13:37 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
931
Seguici su

Con la firma di oggi il Forum del Gas del Mediterraneo Orientale si trasforma in un'organizzazione internazionale con base operativa al Cairo.

Italia, Egitto, Israele, Grecia, Cipro e Giordania istituiscono formalmente il Forum del Gas Mediterraneo orientale (EMGF). Con la firma della carta il gruppo si è dato lo status formale di organizzazione internazionale. La cerimonia è stata celebrata questo martedì nella sede del ministero del Petrolio egiziano a Il Cairo, che sarà la base operativa dell'organismo. La firma dell'accordo quadro per permettere al nascente Forum dotarsi dello status di soggetto internazionale è stata apposta lo scorso 16 gennaio. 

Si tratta di una svolta storica, ha dichiarato il ministro del Petrolio egiziano, Tarek el Molla, durante la video-conferenza, sottolineando che l’Emgf contribuirà a raggiungere la sicurezza e la stabilità nella regione. “Energia per la pace e per lo sviluppo” è stato lo slogan pronunciato da El Molla.

Il Forum avrà lo scopo di promuovere le esportazioni di gas naturale dal Mediterraneo orientale. All'interno dell'organismo, Israele spera di rafforzare i legami con i vicini arabi. 

Per Israele, il forum "mira alla cooperazione regionale con i paesi arabi ed europei, il primo del suo genere nella storia, con contratti per esportare gas (israeliano) in Giordania ed Egitto per un valore di 30 miliardi di dollari, e questo è solo l'inizio", ha dichiarato il ministro dell'Energia israeliano, Yuval Steinitz.

L'Autorità Palestinese, infatti, fa parte del forum, ha detto Steinitz, e la Francia ha chiesto di aderire. Stati Uniti e Unione europea, invece, richiedono lo status di osservatore.

Il gruppo compatta quindi alcuni dei rivali della Turchia, nei giorni scorsi protagonista di una escalation nell'area del Mediterraneo orientale con Grecia, Cipro e Francia, per l'esplorazione di idrocarburi in acque contese. 

Le tensioni tra Grecia e Turchia

Le tensioni turco-greche si sono intensificate ad agosto dopo che la nave da ricerca turca Oruc Reis ha iniziato le perforazioni esplorative nelle acque rivendicate dai greci nel Mediterraneo orientale. La Grecia considera questo territorio la sua zona economica esclusiva, ha mobilitato le sue forze armate in stato di massima allerta e ha promesso di proteggere i suoi diritti sovrani con tutti i mezzi necessari.

Tags:
Israele, Grecia, Egitto, Mediterraneo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook