01:09 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (128)
14113
Seguici su

L'ex candidata alla presidenza della Bielorussia Svetlana Tikhanovskaya a Bruxelles ha concordato un pacchetto di assistenza da parte dell'Unione europea per "dopo i cambiamenti democratici" che dovranno avvenire nella Repubblica, ha comunicato oggi il suo servizio stampa.

Lunedì la Tikhanovskaya è arrivata a Bruxelles, dove ha incontrato anche i ministri degli Esteri dei paesi dell'UE e i membri del Parlamento europeo.

"Svetlana Tikhanovskaya ha completato la sua visita a Bruxelles, dove ha parlato con i ministri degli Esteri dell'UE, ha incontrato il capo della diplomazia dell'UE, Josep Borrell, il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, e si è rivolta ai deputati. Svetlana Tikhanovskaya ha inoltre convenuto che alla Bielorussia sarà fornito un pacchetto di assistenza dopo i cambiamenti democratici", ha annuncia il servizio stampa dal canale Telegram della Tikhanovskaya.

La scorsa settimana, un membro del Presidium del Consiglio di coordinamento della Bielorussia, Pavel Latushko, aveva affermato che l'opposizione prevede di ricevere fino a 4 miliardi di dollari dall'Unione europea in caso il Governo nella Repubblica cambi e intraprenda la via della “democratizzazione”.

​In precedenza, i rappresentanti dell'opposizione bielorussa, in disaccordo con i risultati delle elezioni presidenziali nella Repubblica, hanno creato una commissione per il transito del potere. Considerano Tikhanovskaya il leader eletto e chiedono la nomina di nuove elezioni nel Paese. L'ufficio del procuratore generale della Bielorussia, in relazione alla creazione della commissione, ha avviato un procedimento penale per istigazione sovversiva. Ad oggi, cinque dei sette membri del Presidium della commissione sono stati arrestati o si trovano all'estero. Tihanovskaya è partita per la Lituania dopo le elezioni per motivi di sicurezza.

Le proteste in Bielorussia

Le massicce proteste dell'opposizione sono iniziate in tutta la Bielorussia il 9 agosto, dopo le elezioni presidenziali, vinte dall'attuale leader bielorusso Alexander Lukashenko, che secondo il Comitato elettorale centrale ha ottenuto l'80,1% dei voti. Secondo i dati ufficiali, nei primi giorni sono state arrestate oltre 6.700 persone. Centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui oltre 130 agenti delle forze dell'ordine. Le manifestazioni si svolgono da oltre un mese dopo le elezioni, sia nei giorni feriali che nei fine settimana. Allo stesso tempo, anche i sostenitori di Lukashenko organizzano eventi a suo sostegno.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (128)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook