12:25 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
206
Seguici su

In seguito all'aumento dei casi di contagio, il governo britannico valuta nuove restrizioni per fermare la diffusione del virus. Il provvedimento potrebbe essere preso in giornata.

Il premier britannico Boris Johnson presenterà alla Camera dei Comuni un pacchetto di provvedimenti per fermare la seconda ondata di Covid-19 nel Paese. Lo riferisce il Guardian.

Tra le misure prese in considerazione c'è il ritorno allo smart working e la chiusura di pub, bar e ristoranti ha intenzione di presentare alla Camera dei Comuni un pacchetti di misure per contrastare la seconda ondata di Covid-19 nel Paese. I controlli verranno intensificati e saranno comminate più multe per i trasgressori. 

Le critiche al provvedimento

Il piano di imporre il coprifuoco per i locali notturni è finito sotto il mirino dei critici che lo ritengono un "colpo mortale" al settore della ristorazione. 

"Queste restrizioni rappresenteranno un altro duro colpo per molte aziende ricettive che lottano per riprendersi, quindi è fondamentale che queste nuove regole vengano applicate con flessibilità", ha affermato Kate Nicholls, amministratore delegato di UK Hospitality.

Nichols ha ricordato che solo il 5% dei contagi è stato collegato ai locali notturni, secondo i dati ufficiali. Al contrario, ha aggiunto, un orario di chiusura forzato avrà un effetto negativo non solo sul business in quanto tale, ma anche sui tentativi di controllare la diffusione del virus.

La situazione nel Regno Unito

Il Regno Unito vive un'esplosione di contagi e valuta misure restrittive, che potrebbero entrare in vigore oggi, per rallentare la diffusione del virus. "Siamo a un punto critico" ha annunciato il segretario alla Salute britannico, Matt Hancock. "Le persone si sono rilassate durante l'estate", ha spiegato, ma "ora è il momento in cui tutti devono tornare" a seguire le regole. Non si esclude il blocco della capitale. 

Lunedì gli esperti, in un discorso alla nazione, hanno avvertito che in poche settimane si potrebbero raggiungere i 49 mila casi giornalieri, se non verrà immediatamente rallentata la diffusione del virus.

Tags:
Coronavirus, Gran Bretagna, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook