12:40 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
7011
Seguici su

L'immunologo a capo della task force Usa contro il Covid è sicuro che si riuscirà ad ottenere un buon vaccino ma i tempi per uscire dalla pandemia sono lunghi.

Il ritorno alla normalità sarà graduale e comunque ci vorrà tempo e non arriverà prima della fine del 2021. Lo ha detto in una intervista a La Repubblica il capo della task force anticovid della Casa Bianca, l'immunologo Antony, che si dice "cautamente ottimista" sui vaccini. Secondo Fauci si riuscirà ad ottenere un vaccino con un'efficacia del 70-75%. 

"Ora facciamo i bravi ma il ritorno alla normalità non avverrà prima di Natale 2021, e solo in alcune aree del mondo, a livello globale ci vorranno quattro anni", ha detto Fauci. "Ce la faremo. - ha sottolineato. E lo faremo grazie a una combinazione di vaccini sicuri ed efficaci e di politiche sanitarie adeguate".

I tempi per il ritorno alla normalità

La fine della pandemia "dipende da una serie di fattori. Primo di tutti, il vaccino e la sua efficacia: lo avremo rapidamente e sarà distribuito nel corso del 2021. Quindi: se le persone continueranno a comportarsi in modo adeguato e saranno vaccinate, da qui a un anno cominceremo a esserne fuori. Magari non del tutto in tutto il mondo: questo non potrà accadere prima di quattro anni. Ma sì, ne saremo fuori», ha aggiunto.

"Ci sono tanti vaccini in sperimentazione in tutto il mondo. E il fatto che stiano dimostrando di essere efficaci nell’indurre reazioni immunitarie mi permette di essere cautamente ottimista. Alla fine, uno sicuro ed efficace ci sarà. Quindi sì, spero che per il Natale 2021 potremo tornare a una qualche forma di normalità", ha confermato Fauci.

Efficacia del vaccino 

Non basta trovare il vaccino, ma è necessario che il vaccino sia efficace. Fauci dubita che si riuscirà a mettere a punto un vaccino con un'efficacia al 95-97%, come quello del morbillo, ma "sarei soddisfatto - dice -se avessimo un vaccino efficace al 70-75% o giù di lì".

Un livello inferiore di protezione non potrà garantire l'immunità a tutti ma impedirà la diffusione del virus.

"Non proteggerà tutti - spiega Fauci - ma proteggerà la maggioranza. E così il virus non avrà l'opportunità di diffondersi. Andrà benissimo così".

Il coronavirus in Italia

"Il vostro Paese è stato colpito duramente. E il banco di prova è ora", afferma il professore invitando ad una graduale apertura. . 

"Man mano che l’economia riparte, bisogna che tutto sia fatto con grande sapienza. Quello che sta succedendo in Spagna, e per molti versi anche in Francia, è molto preoccupante. L’Italia deve fare attenzione. La ripartenza delle attività deve essere cauta e graduale», ha ammonito.

L'Italia, assieme alla Spagna, è stato il Paese più colpito in Europa per numero di contagi e decessi. Dopo il lockdown i casi sono diminuiti, ma con la riapertura estiva si è assistito ad un aumento della curva dei contagi, che cresce meno rapidamente rispetto ad altri stati europei, come Spagna o Francia. Nelle ultime 24 ore è stato registrato un record di decessi dal mese di luglio, 24 in tutto e 1.638 contagi, che portano il totale dei casi a 296.569.

Tags:
Coronavirus, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook