14:25 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Giovedì mattina la polizia greca ha lanciato un'operazione per trasferire i residenti del campo profughi di Moria sull'isola di Lesbo, devastata da un potente incendio, nella nuova tendopoli di Kara Tepe, ha riferito giovedì il quotidiano Ekathimerini.

All'inizio di questa settimana, il quotidiano ha riferito che la Grecia ha pianificato di rafforzare la presenza della polizia presso la nuova struttura per migranti allestita presso un vecchio poligono militare per garantire ordine e protezione mentre il paese lavora per ricollocare questi migranti. Allo stesso tempo, molti migranti sono riluttanti a entrare nel nuovo campo, poiché lo considerano una "prigione".

Settanta agenti di polizia, che arrivati in aereo da Atene mercoledì, hanno ricevuto istruzioni di evacuare prima donne e bambini, ha aggiunto Ekathimerini.

Nel frattempo, Medici Senza Frontiere (MSF) ha affermato che la polizia greca ha impedito alla sua squadra di accedere alla nuova clinica di MSF allestita sull'isola, poiché l'operazione di trasferimento era in corso.

L'incendio di Moria

Il campo profughi sovraffollato di Moria è stato distrutto da un enorme incendio all'inizio di settembre, lasciando quasi 13.000 migranti senza rifugio. Secondo i media greci, l'incendio potrebbe essere doloso e provocato dagli stessi profughi. L'incendio è scoppiato dopo che sono emerse notizie secondo cui a 35 residenti del campo era stato diagnosticato il COVID-19.

Correlati:

Lesbo, isolani: “La Grecia è stata resa vittima dell'immigrazione e Lesbo vittima della Grecia”
Incendio campo profughi di Lesbo: i locali non si opporranno a una nuova Moria
Incendio campo profughi Moira a Lesbo: ‘provocato da richiedenti asilo’ – Ministro greco
Tags:
Flusso migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook