23:16 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Nel 2019 Lionel Messi ha ricevuto una multa di 50.000 di dollari e un ban di tre mesi dalle competizioni internazionali dopo aver criticato gli organizzatori della Copa America, accusando gli arbitri di corruzione e dichiarando persino che l'Argentina non avrebbe più dovuto partecipare al torneo.

Lionel Messi ritiene che la nazionale di calcio argentina metterà fine al suo digiuno nella Copa America del 2021, ha riferito 'Goal', senza citare le sue fonti. Secondo il sito web sportivo, il 33enne crede nel nuovo allenatore della squadra Lionel Scaloni e si fida completamente dello staff tecnico. Secondo quanto riferito, l'asso del Barcellona pensa che con i giocatori che sono recentemente venuti alla ribalta - Giovani Lo Celso, Leandro Paredes, Rodrigo de Paul e l'astro nascente Lautaro Martinez - si allestirà una squadra competitiva.

Sempre secondo 'Goal', il sei volte Pallone d'oro crede che la nuova nazionale sarà capace di grandi cose nella prossima stagione calcistica ed è entusiasta di compiere un altro tentativo per vincere quel trofeo con la nazionale che ancora gli manca.

A differenza del suo grande rivale Cristiano Ronaldo, che ha raggiunto il successo sia con il club club sia a con la nazionale, il miglior risultato di Messi con l'Argentina è il secondo posto ai Mondiali di calcio 2014. Ha perso due volte in finale di Copa America contro il Cile, mentre lo scorso anno la nazionale argentina ha perso in semifinale contro il Brasile. L'ennesima delusione, giunta dopo il disastroso Mondiale del 2018, ha persino spinto Messi a ritirarsi dalla nazionale, ma poi l'atleta ha cambiato idea.

'Goal' afferma che Messi non solo  è entusiasta di partecipare alla Copa America del 2021, ma ha anche intenzione di giocare ai Mondiali di calcio 2022 in Qatar. Tuttavia, finora non è chiaro se i due tornei si svolgeranno, poiché inizialmente la Copa America era prevista per l'estate 2020 prima di essere posticipata a causa della pandemia di coronavirus.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook