14:40 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
809
Seguici su

I due leader hanno affrontato la questione legata all'incidente avvenuto all'oppositore e attivista politico russo Aleksey Navalny.

Nella mattinata odierna il presidente della Federazione Russa ha avuto un colloquio telefonico con il suo omologo francese, Emmanuel Macron.

Oggetto della discussione sono state le accusa rivolte nei confronti della Russia circa il presunto avvelenamento dell'oppositore e attivista politico russo Aleksey Navalny.

Il presidente Putin, in riferimento a tale contesto, ha sottolineato l'inappropriatezza delle pesanti insinuazioni dei paesi occidentali:

"E' stata discussa la situazione legata al 'caso Navalny'. Vladimir Putin ha sottolineato l'inappropriatezza delle accuse infondate rivolte alla Russia in questo contesto", si legge nel comunicato del Cremlino.

A sua volta, il presidente transalpino Macron ha auspicato che Mosca faccia chiarezza sull'accaduto e che consenta lo svolgimento di un'indagine affidabile sulle motivazioni che hanno portato al malore di Navalny.

"Dalla Russia esigiamo delle spiegazioni sulla questione e un'inchiesta trasparente e affidabile", recita la nota dell'Eliseo.

Nella stessa telefonata, Macron ha riferito a Putin che la Francia è solidale nei confronti delle azioni che la Germania ha intenzione di intraprendere riguardo all'incidente.

Come reso noto dall'Eliseo, la telefonata tra i due capi di stato si è svolta su iniziativa francese.

Il caso Navalny

Alexey Navalny è stato ricoverato ad Omsk il 20 agosto dopo essersi sentito male in aereo. In base ai risultati degli esami, i medici di Omsk hanno diagnosticato il malore di Navalny come disturbi metabolici che hanno indotto un forte calo della glicemia. Non è ancora chiaro cosa l'abbia causato, ma secondo i medici di Omsk, non sono stati trovati veleni nel sangue e nelle urine di Navalny.

Successivamente l'esponente dell'opposizione extraparlamentare russa è stato trasportato in aereo in Germania. La scorsa settimana, il governo tedesco ha annunciato con riferimento alle analisi dei medici militari, che Navalny sarebbe stato avvelenato con una sostanza del gruppo Novichok, un agente nervino altamente tossico di guerra chimica.

A questo proposito il Cremlino ha dichiarato che Berlino non ha informato Mosca dei suoi risultati e il ministero degli Esteri russo ha sottolineato che la Russia era in attesa di una risposta dalla Germania ad una richiesta ufficiale su questa situazione.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook