23:47 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
7236
Seguici su

Nel 2017, erano trapelati tre video che mostravano un misterioso oggetto volante non identificato (UFO), a forma di Tic Tac, intercettato dalla Marina degli Stati Uniti al largo della costa della California nel 2004. Ora il Pentagono ha pubblicato le immagini e il pilota protagonista dell’avvistamento ha rilasciato dei ‘curiosi’ commenti.

“Ad un certo punto ci ha bloccato il radar. In pratica un atto di guerra. Quando si blocca attivamente un'altra piattaforma, sì, tecnicamente è un atto di guerra”, in questi termini ha raccontato l’episodio il comandante pilota in pensione della Marina degli Stati Uniti, David Fravor, che aveva rintracciato l'UFO a forma di Tic Tac nel 2004 sui cieli a largo della California. In una recente intervista con lo YouTuber russo-americano e ricercatore del MIT Lex Fridman, Fravor ha rivelato dettagli precedentemente non riportati sull'incidente.

L’ex pilota si è riferito all'incidente come ad un "un atto di guerra" e ha suggerito che l'oggetto fosse un "passo da gigante nella tecnologia" che sarebbe stato presto svelato.

Fravor, ex capo squadrone che ha prestato servizio nella Marina degli Stati Uniti per 18 anni, ha detto a Fridman che l'incidente è avvenuto mentre lui e altri quattro "osservatori addestrati" stavano conducendo una missione di addestramento di routine. Durante la missione hanno visto un misterioso oggetto eseguire manovre straordinarie al largo della costa della California.

"Abbiamo visto questa cosa in una giornata cristallina con quattro osservatori addestrati", ha detto Fravor nell'intervista dell'8 settembre.

L'ex pilota ha detto che lui e il suo equipaggio avevano ricevuto l'ordine di osservare e identificare un misterioso aereo che la Marina stava seguendo da almeno due settimane. Fravor ha aggiunto che lui e il suo collega comandante Jim Slaight, insieme ad altri due, sono stati inviati a bordo di aerei da combattimento per osservare.

Fravor ha raccontato che l'oggetto è apparso improvvisamente a un'altitudine di 24mila metri, poi è precipitato verso il mare, si è fermato all'istante e poi si è librato a circa 6mila metri, prima di sparire in un attimo nell’atmosfera e allontanarsi dalla Terra.

"Abbiamo visto questo piccolo Tic Tac bianco sotto di noi che stava andando a nord, sud, nord, sud, in maniera repentina”, ha detto Fravor, notando che l'UFO non si muoveva come un elicottero o come qualsiasi altro aeromobile conosciuto.

L'aviatore ha ricordato di aver insistito per avvicinarsi all'oggetto per "controllarlo", volando a una distanza di circa 800 metri di distanza, prima che l'oggetto sconosciuto volasse via e scomparisse in "meno di mezzo secondo".

"Ricordo di aver detto al ragazzo sul sedile posteriore, 'Amico, non so te ma sembra piuttosto strano".

Dopo l'atterraggio, Fravor ha appreso che l'oggetto era stato localizzato con successo sul radar del suo collega, Chad Underwood, e una traccia video era stata registrata. È stato anche notato che il loro radar a un certo punto era stato "bloccato", cosa che il pilota ha ribadito essere considerata in ambiente militare un vero e proprio "un atto di guerra".

In risposta alla domanda dell'ospite se crede che l'UFO provenisse da un altro pianeta, Fravor ha risposto: "Non mi piace parlare di piccoli uomini verdi ma non credo che l'abbiamo sviluppato noi [...] Penso puoi nascondere le cose per un po' ma qui c’è una differenza gigante di tecnologia”.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook