14:36 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
8219
Seguici su

Aleksandr Shulgin, inviato russo all'OPAC, ha riferito che l'organizzazione non ha ricevuto alcuna informazioni circa il presunto avvelenamento di Aleksey Navalny.

La Repubblica Federale Tedesca sta rifiutando ci condividere con la Russia le informazioni in proprio possesso sull'oppositore russo Aleksey Navalny.

A riferirlo è Aleksandr Shulgin, inviato per la Russia presso l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC):

"I nostri colleghi tedeschi si rifiutano di condividere bilateralmente il materiale, affermando che si tratta di informazioni secretate. Ma se trasmetteranno tutto all'OPAC, forse, ricorderanno i propri obblighi in quanto membri della Convenzione sulle Armi Chimiche", ha spiegato Shulgin.

In precedenza il portavoce del governo di Berlino, Steffen Seibert, aveva riferito che la Germania sarebbe in possesso di prove sufficienti ad aprire un'inchiesta per l'avvelenamento di Aleksey Navalny presso l'OPAC:

"Ci sono tutte le premesse perché l'OPAC apra un'inchiesta. Il governo tedesco ha preso tutte le misure necessarie per fornire le prove, ma non sono ancora state completate", ha spiegato Seibert, aggiungendo di essere impossibilitato ad aggiungere altro.

Il Ministero della Difesa tedesco ha a sua volta reso noto di aver fornito i risultati delle analisi che dimostrerebbero il presunto avvelenamento di Aleksey Navalny al Ministero degli Esteri, il quale a sua volta sarebbe in procinto di trasmetterli all'OPAC.

Il caso Navalny

Alexey Navalny è stato ricoverato ad Omsk il 20 agosto dopo essersi sentito male in aereo. In base ai risultati degli esami, i medici di Omsk hanno diagnosticato il malore di Navalny come disturbi metabolici che hanno indotto un forte calo della glicemia. Non è ancora chiaro cosa l'abbia causato, ma secondo i medici di Omsk, non sono stati trovati veleni nel sangue e nelle urine di Navalny.

Successivamente l'esponente dell'opposizione extraparlamentare russa è stato trasportato in aereo in Germania. La scorsa settimana, il governo tedesco ha annunciato con riferimento alle analisi dei medici militari, che Navalny sarebbe stato avvelenato con una sostanza del gruppo Novichok, un agente nervino altamente tossico di guerra chimica.

A questo proposito il Cremlino ha dichiarato che Berlino non ha informato Mosca dei suoi risultati e il ministero degli Esteri russo ha sottolineato che la Russia era in attesa di una risposta dalla Germania ad una richiesta ufficiale su questa situazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook