10:23 25 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (94)
1 0 0
Seguici su

Lo ha affermato oggi il direttore del Fondo Russo di Investimenti Diretti Kirill Dmitriev.

Il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF) sta attualmente discutendo con diversi Paesi l'introduzione di certificati d'immunità al Covid che confermerebbero la vaccinazione o un livello elevato di anticorpi nel sangue per facilitare i viaggi internazionali nel contesto della pandemia, ha affermato oggi il direttore dell'RDIF Kirill Dmitriev.

"Abbiamo discusso di certificati d'immunità con alcuni Paesi. Mi riferisco ai certificati che confermano la vaccinazione o l'alto livello di anticorpi. Tutto questo è in fase di valutazione in questo momento. Spero che il prossimo anno assisteremo a progressi significativi in questo ambito, i vaccini saranno già somministrati in diversi Paesi in quel momento", ha detto Dmitriev.

Allo stesso tempo il consigliere del ministro della Salute russo Sergey Glagolev ha affermato che è molto probabile che un certificato di vaccinazione possa andare ad integrare un visto o un passaporto nei prossimi anni.

In precedenza Kirill Dmitriev aveva dichiarato che il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, finanziatore del vaccino contro il coronavirus russo Sputnik V sviluppato dal Centro Gamaleya, prevede di fornire fino a 100 milioni di dosi del preparato a vari Paesi dell'America Latina.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (94)
Tags:
Coronavirus, vaccino, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook