14:12 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
514
Seguici su

Il grave incendio nel centro migranti di Moira sull'isola di Lesbo che ospita 12mila persone è frutto di un atto doloso dei richiedenti asilo ha detto il ministro greco.

L’incendio nel campo profughi di Moira a Lesbo è stato appiccato da richiedenti asilo, ha detto il ministro greco dell’Immigrazione Notis Mitarachi, come riporta l’AFP.

“Più incendi sono stati appiccati nel campo durante la notte tra martedì e mercoledì… gli incidenti a Moria sono iniziati con i richiedenti asilo a causa della quarantena a cui sono sottoposti” perché sono stati individuati 35 casi di coronavirus nel campo, ha detto il ministro Mitarachi come riportato dall’agenzia di stampa.

Nessuno è rimasto gravemente ferito negli incendi ha aggiunto il ministro.

Questa mattina il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha convocato una riunione del gabinetto di emergenza per fare il punto sull’incendio del più grande campo di migranti dell’isola.

Moria ospitava oltre 12mila persone, un numero quattro volte superiore a quelli sopportabili dal centro. Migliaia di rifugiati sono stati costretti a fuggire dal centro a seguito dell’incendio.

Intanto a Berlino si svolge una manifestazione per chiedere l'evacuazione dei profughi dopo che il fuoco ha devastato il campo.

Segui la diretta per saperne di più:

Correlati:

Grecia, polizia usa lacrimogeni in campo migranti a Lesbo
Grecia: arrestati 40 migranti sull'isola di Lesbo dopo i disordini di ieri
Scoppia incendio in campo profughi sovraffollato sull'isola greca di Lesbo - Video, Foto
Tags:
Flusso migranti, quote migranti, Migranti, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook