14:39 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
333
Seguici su

L'attuale presidente statunitense proposto per il suo ruolo nell'accordo tra Israele ed Emirati Uniti. Una scelta inattesa che divide il popolo italiano dei social.

Donald Trump è stato nominato per il Premio Nobel per la pace 2021. Motivazione: il ruolo esercitato nell'accordo fra Israele ed Emirati Arabi Uniti, che dovrebbe essere firmato il 15 settembre per normalizzare i rapporti tra i due paesi.

La candidatura è stata proposta da Christian Tybring-Gjedde, membro conservatore del parlamento norvegese e presidente dell’Assemblea parlamentare della Nato, che ha dichiarato di non essere un fan dell'attuale presidente ma di apprezzarne l'impegno per la risoluzione dei conflitti globali. 

"Credo abbia fatto più di gran parte dei candidati per raggiungere la pace fra le nazioni", ha affermato Tybring-Gjedde, che invitato il comitato a "guardare ai fatti e giudicarlo su quelli, non sui suoi comportamenti".

"Ci sono persone che hanno ricevuto il Premio Nobel per la pace negli ultimi anni che hanno fatto molto meno di Donald Trump: ad esempio Barack Obama non ha fatto nulla", ha dichiarato non senza spirito provocatorio.

Sempre Tybring-Gjedde ha spiegato che l’accordo fra Israele ed Emirati Arabi Uniti potrebbe finalmente "rendere il Medio Oriente una regione di cooperazione e prosperità". 

La candidatura di Trump giunge inattesa e diventa subito di tendenza su Twitter, dove gli italiani si dividono.

C'è chi azzarda un parallelo piuttosto roboante (vero il fatto che Hitler fu nominato per lo stesso riconoscimento).

​Altri ritengono indegno proporre un uomo che spesso ha sbandierato valori non conformi a siffatta candidatura.

Un utente non si focalizza tanto su Trump in sé, quanto sugli attacchi e le critiche che costantemente subisce.

​Alcuni utenti sono d'accordo col promotore della candidatura, evidenziando le differenze non solo con Obama ma con molti altri presidenti nordamericani.

​Infine un altro paragone altisonante, in un certo senso opposto a quello che ha iniziato questa rassegna.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook