14:18 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
2151
Seguici su

All'inizio della giornata AstraZeneca aveva annunciato che il terzo ciclo di test sul vaccino anti-Covid era stato sospeso a seguito di una "malattia potenzialmente inspiegabile" di un volontario nel Regno Unito.

La sospensione delle sperimentazioni sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca ha dimostrato l'importanza di avere un pacchetto di vaccini come in Russia, ha dichiarato oggi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Questa situazione sottolinea ripetutamente l'importanza per ogni Paese di avere diversi vaccini in fase di sviluppo. Garantisce risultati più affidabili dei test", ha detto in risposta a una domanda sul fatto che la Russia sia preoccupata per il suo vaccino dopo la situazione segnalata all'interno di AstraZeneca.

Il portavoce del presidente russo ha aggiunto che i vaccini sono abbastanza diversi: AstraZenca si basa su un vettore virale di scimpanzé, mentre il vaccino russo si basa uno umano.

"Vale la pena ricordare che il vaccino che è ora nella fase finale del test, cioè il nostro Sputnik è ancora un vaccino che si basa su un vettore umano, mentre AstraZeneca parla di un vaccino sulla base di un vettore per scimmie. In ogni caso, i nostri scienziati ritengono che il vaccino su base umana è molto più affidabile in questo senso, e finora tutto sta andando bene", ha detto Peskov.

Peskov ha rilasciato questa dichiarazione dopo che AstraZeneca, una multinazionale farmaceutica britannico-svedese, ha annunciato all'inizio della giornata di aver interrotto il terzo ciclo di test del suo vaccino contro il coronavirus a causa di una "malattia potenzialmente inspiegabile" in uno dei partecipanti.

Cremlino mette in guardia dalla politicizzazione dello sviluppo del vaccino contro coronavirus

La Russia si oppone ai tentativi di politicizzare lo sviluppo del vaccino contro il coronavirus, ha aggiunto Peskov.

"Abbiamo sempre visto sotto una luce negativa i tentativi di politicizzare e rendere politico tutto ciò che è collegato ai test e alle sperimentazioni del vaccino", ha detto Peskov ai giornalisti.

In Russia al via terza fase dei test post-registrazione di Sputnik V

All'inizio della giornata, il ministro della Salute russo Mikhail Murashko ha annunciato che è iniziata la terza fase degli studi clinici post-registrazione del vaccino russo. I primi volontari a Mosca sono stati vaccinati contro il COVID-19.

"Abbiamo reclutato quasi 31mila persone che vogliono partecipare ai test in soli 10 giorni", ha detto ai giornalisti Murashko.

La Russia sta ora completando i lavori su una nuova applicazione mobile che consentirebbe il contatto diretto tra i pazienti e gli sviluppatori del vaccino, ha detto Murashko, lodandola come "la prima esperienza di questo tipo al mondo".

Il ministro ha aggiunto che i dati sulle potenziali reazioni avverse al vaccino Sputnik V saranno inseriti in un documento speciale. Secondo Murashko, gli sviluppatori del vaccino russo sono pronti a renderlo disponibile per le persone di tutto il mondo.

Vaccino russo anti-Covid

Lo scorso 11 agosto il governo russo aveva registrato ufficialmente "Sputnik V" come il primo vaccino al mondo contro COVID-19.

"Sputnik V" è stato sviluppato da specialisti del Centro Gamaleya con il sostegno del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF). Gli esperti hanno sottolineato che durante gli studi clinici, tutti i volontari hanno sviluppato livelli di anticorpi elevati, nessuno ha avuto gravi complicazioni.

Tags:
Regno Unito, Coronavirus, vaccino, Dmitry Peskov, Cremlino
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook