00:38 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 101
Seguici su

Il Cremlino ha definito come una "bufala" le dichiarazioni di Michael Cohen, l'ex avvocato del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, contenute nel libro uscito oggi "Disloyal, A Memoir", sulla presunta visione del tycoon sul presidente russo Vladimir Putin.

Nel suo libro appena pubblicato "Disloyal, A Memoir", Cohen afferma che Trump avrebbe definito il capo di Stato russo come "dittatore", "zar" e "l'uomo più ricco del mondo".

"Un'altra bufala, con cui l'autore vuole aggiungere popolarità al suo libro", ha detto a Sputnik il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, rispondendo se credeva che Trump avesse potuto parlare di Putin in questo modo e come il Cremlino avrebbe potuto commentare le parole sulla presunta ricchezza di trilioni di dollari del presidente russo.

Il libro "Disloyal, A Memoir" (Il traditore: la vera storia di Michael Cohen, l'ex avvocato personale del presidente Donald Trump) è uscito oggi. Cohen era stato precedentemente condannato a tre anni di carcere per violazioni finanziarie e di altro tipo. A maggio è uscito dal carcere per finire agli arresti domiciliari a seguito dell'epidemia di coronavirus. Tuttavia, in seguito, l'ex avvocato del presidente degli Stati Uniti ha iniziato a comparire per le strade di New York e nei ristoranti. È stato riportato in prigione il 9 luglio. Il tribunale ha successivamente ordinato una nuova scarcerazione di Cohen.

Tags:
Dmitry Peskov, Cremlino, Vladimir Putin, Donald Trump, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook