03:50 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
203
Seguici su

Una protesta a sostegno di Maria Kolesnikova, membro del consiglio di coordinamento dell'opposizione bielorussa, arrestata al confine tra Bielorussia e Ucraina, è iniziata oggi a Minsk, ha riferito il corrispondente di Sputnik.

All'inizio della giornata il membro del consiglio Pavel Latushko ha detto che era stata costretta a fuggire in Ucraina, ma aveva strappato il suo passaporto proprio al confine.

Diverse centinaia di persone si sono radunate nella piazza vicino all'ingresso del mercato alimentare "Kamarouski Rynak", sventolando bandiere bianco-rosse-bianche e cantando slogan a sostegno della Kolesnikova.

Secondo il corrispondente, le forze di sicurezza a Minsk hanno fermato decine di manifestanti.

Mentre il corteo si muoveva lungo la via centrale, diverse camionette si sono fermate: da esse sono iniziati ad uscire agenti di polizia in assetto antisommossa, che hanno iniziato ad arrestare i manifestanti, alcuni dei quali hanno opposto resistenza. Il viale è parzialmente chiuso e gli arresti continuano.

Nel frattempo, altri due membri del consiglio di coordinamento di alto rango Ivan Kravtsov e Anton Rodnenkov hanno lasciato la Bielorussia e ora si trovano a Kiev, secondo il consiglio.

Il consiglio di coordinamento è stato istituito dall'opposizione durante le proteste contro i risultati delle elezioni presidenziali del 9 agosto, vinte dal presidente Alexander Lukashenko.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
Tags:
Manifestazione, Proteste, Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook