00:32 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
10162
Seguici su

Alcune centinaia di persone sono state fermate oggi dalla polizia di Minsk per aver partecipato ai cortei dell’opposizione non autorizzati, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Interni del paese Olga Chemodanova.

Nella giornata di domenica, a Minsk ed in altre città bielorusse si sono svolte diverse manifestazioni non autorizzate dell'opposizione al presidente bielorusso Alexander Lukashenko.

Il maggiore dei cortei si è svolto nella capitale Minsk, sotto il nome di "Marcia dell'Unità". Il ministero degli Interni bielorusso ha reso noto che la polizia di Minsk ha fatto rispettare l'ordine pubblico: non si ha notizia di scontri, ma ci sono stati dei fermi.

"Centinaia di cittadini sono stati arrestati oggi in tutto il paese per aver partecipato ai raduni di massa non autorizzati. Non si ha ancora il numero finale preciso, dovrebbe essere reso noto lunedì mattina", ha detto Chemodanova.
  • Manifestazione dell'opposizione a Minsk del 6 settembre
    Sputnik
  • Manifestazione dell'opposizione a Minsk del 6 settembre
    © Sputnik . Alexey Mayshev
  • Manifestazione dell'opposizione a Minsk del 6 settembre
    Manifestazione dell'opposizione a Minsk del 6 settembre
    © Sputnik . Alexey Mayshev
  • Manifestazione dell'opposizione a Minsk del 6 settembre
    © Sputnik . Alexey Mayshev
1 / 4
Sputnik
Manifestazione dell'opposizione a Minsk del 6 settembre

Nel corso del corteo a Minsk, i manifestanti si sono avvicinati alla residenza del capo dello Stato, Aleksandr Lukashenko, dove le forze dell’ordine hanno posizionato dellle barriere.

Elezioni presidenziali e proteste in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo il Comitato Elettorale Centrale, il capo di Stato, Alexander Lukashenko, ha ottenuto l'80,1% dei consensi, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di due settimane nel Paese si svolgono proteste non autorizzate contro i risultati delle votazioni. Nei primi giorni, i manifestanti sono stati dispersi, con le forze di sicurezza che hanno usato gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti e proiettili di gomma.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook