15:36 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
28335
Seguici su

Bandiere di paesi stranieri, in particolare di Albania, USA, Germania, Israele, Italia, Russia ed altri, sono apparse numerose alla manifestazione con la partecipazione di sole donne organizzata oggi a Minsk dall'opposizione bielorussa.

Per il terzo sabato consecutivo l'opposizione bielorussa protesta a Minsk con un corteo di sole donne. Questa volta le manifestanti sono scese in piazza portando le bandiere di diversi paesi: Albania, Stati Uniti, Germania, Israele, Russia.

Onnipresenti nel corteo le bandiere bianco-rosso-bianche, divenute tradizionali nelle marce di protesta in Bielorussia.

Al corteo ha partecipato anche una ragazza con un cartello con scritta in italiano “Italia è con voi” e tre cuoricini nei colori della bandiera italiana.

La polizia ha seguito il corteo a distanza, monitorando lo svolgimento della manifestazione anche con l'impiego di agenti in borghese, che hanno chiesto ai partecipanti di lasciare la strada senza intraprendere azioni attive contro questi ultimi. Al corteo, come riferisce il corrispondente di Sputnik Belarus sul posto, hanno partecipato anche diversi studenti, scandendo i nomi delle loro università.

  • Manifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020
    © Sputnik . Alexey Mayshev
  • Manifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020
    Sputnik
  • Manifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020
    Sputnik
  • Manifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020
    © Sputnik . Alexey Mayshev
1 / 4
© Sputnik . Alexey Mayshev
Manifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020
Elezioni presidenziali e proteste in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo il Comitato Elettorale Centrale, il capo di Stato, Alexander Lukashenko, ha ottenuto l'80,1% dei consensi, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di due settimane nel Paese si svolgono proteste non autorizzate contro i risultati delle votazioni. Nei primi giorni, i manifestanti sono stati dispersi, con le forze di sicurezza che hanno usato gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti e proiettili di gomma.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook