05:05 26 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
201
Seguici su

Le autorità dello stato indiano Arunachal Pradesh, situato vicino al confine con la Cina, hanno affermato che militari cinesi hanno rapito cinque persone.

L’agenzia Reuters aveva riferito in precedenza, citando fonti indiane, che l'India ha schierato le truppe nello stato dell'Arunachal Pradesh al confine con la Cina per mettere in sicurezza la zona dopo gli scontri nella regione del Ladakh.

"Cinque persone residenti nel distretto Alto Subansiri sono state rapite dall'Esercito Popolare di Liberazione (PLA) della Cina. Ho chiesto al governo centrale (dell'India, ndr) di parlare con loro del rilascio dei cinque rapiti. Non è la prima volta che il PLA fa le cose del genere. Un incidente simile era avvenuto pochi mesi fa: il PLA ha rapito una persona e poi l'ha rilasciata", ha dichiarato il ​​portavoce dell’assemblea legislativa locale Ninong Ering.

A suo avviso, tale azioni della Cina potrebbero provocare ulteriori tensioni nello Stato "dopo la situazione nel Ladakh", dove in precedenza si erano verificati scontri armati.

Zone contese

Tra la Cina e l’India esiste una duratura disputa territoriale su una zona montuosa al nord del Kasmir, nonché quasi 60.000 chilometri quadrati nello stato Arunachal Pradesh. Nel Ladakh esiste la cosiddetta linea di controllo effettivo che sostituisce il confine non demarcato.

Nell’ottobre del 1962 le tensioni per il controllo della parte nordoccidentale dell’Aksai Chin, parte orientale del Ladakh, portarono alla cosiddetta ‘Guerra sino-indiana’, un breve ma intenso conflitto che causò la morte di almeno 2mila soldati tra le due parti belligeranti.

L’esito del conflitto fu che la Cina espanse in parte il suo controllo su quella regione ma il confine esatto non venne mai stabilito né riconosciuto dall’India. Da allora tensioni e frizioni sull’incerta linea di frontiera non cessarono mai.

Tensioni recenti

Un ulteriore deterioramento nei rapporti tra India e Cina nell’area di Ladakh si è avuto a inizio maggio, quando sono stati registrati diversi scontri tra i militari dei due paesi in zona vicina al lago Pangong Tso. In seguito le parti hanno consolidato la propria presenza militare sulla linea di controllo effettivo. Un ulteriore inasprimento nelle relazioni è stato registrato il 15 giugno dopo uno scontro tra i militari dei due paesi, in cui sono morti 20 soldati indiani mentre la parte cinese non ha reso noto le informazioni riguardo alle vittime.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook