23:00 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 70
Seguici su

Il presidente americano ha rivelato che tra i suoi obiettivi vi è anche quello di assicurare all'America delle buone relazioni con i paesi stranieri.

Nel corso di una convention in Pennsylvania l'attuale presidente degli Stati Uniti d'America ha liquidato le presunti voci su un complotto da parte della Russia per influenzare le prossime elezioni presidenziali, rivelando di non poter fare a meno di spegnere la TV nel momento in cui viene fatta menzione della presunta ingerenza di Mosca e chiarendo che la sua intenzione è quella di avere buone relazioni con i paesi stranieri.

"E' una cosa buona che ci vado d'accordo. Se vado d'accordo con la Russia è una cosa buona o una cosa cattiva? Penso che sia una cosa buona", ha spiegato Trump.

Ieri ABC News ha pubblicato un singolare rapporto del Dipartimento di Sicurezza Nazionale USA, ottenuto a luglio ma non pubblicato per oltre due mesi in quanto non ritenuto adeguato "agli standard" del Dipartimento di Sicurezza Nazionale, nel quale si riferiva che la Russia avrebbe cercato di attentare alla reputazione del candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden, con una campagna volta a mettere in cattiva luce l'ex vice di Barack Obama dal punto di vista della salute mentale.

Il Russiagate

Negli ultimi anni molti media americani hanno trattato a più riprese le presunte intromissioni della Russia nella vita politica americana.

Tra le maggiori speculazioni vi è senza alcun dubbio quella relativa al cosiddetto Russiagate, ovvero l'ingerenza esterna da parte della Federazione Russa per favorire la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali del 2016.

Nell'aprile 2019 il Consigliere speciale Robert Mueller ha reso pubblico un rapporto, nel quale viene riferito che non sono state trovate prove sufficienti per provare una collusione tra Trump e il Cremlino.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook