21:39 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
12434
Seguici su

Il portavoce del governo tedesco ha sostenuto che i test effettuati nei laboratori del Bundeswehr (esercito tedesco) dimostrano che Navalny "è stato avvelenato" da un agente nervino del gruppo "Novichok".

Gli specialisti del laboratorio del Bundeswehr hanno riferito che il leader dell'opposizione russa Alexey Navalny è stato avvelenato con una sostanza chimico-militare del gruppo "Novichok", ha dichiarato il portavoce ufficiale del governo tedesco Steffen Seibert.

"E' stata ottenuta una prova indubitabile della presenza dell'agente di guerra chimica "Novichok", si afferma in una nota del governo, pubblicata sulla pagina Twitter di Seibert.

"Il governo tedesco condanna questo attacco con la massima fermezza e chiede urgentemente al governo russo di spiegare l'accaduto", si legge nella nota.

Il governo tedesco ha anche annunciato che avrebbe notificato all'Unione Europea e alla NATO i risultati delle analisi su Navalny per "elaborare una reazione comune". Inoltre Berlino ha in programma di contattare l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.

Contemporaneamente il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha riferito a Sputnik che Berlino non ha informato Mosca sulle sue conclusioni in merito "all'avvelenamento" di Alexey Navalny con il "Novichok" e che la Russia non dispone di questi dati.

Il ministero degli Esteri tedesco ha annunciato che convocherà l'ambasciatore russo a Berlino e lo informerà dei risultati delle analisi.

"Il ministero degli Esteri informerà l'ambasciatore russo sui risultati delle analisi", si legge nel comunicato.

Durante una conferenza stampa dedicata alle rivelazioni il Ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha detto che "la stessa Russia dovrebbe avere un serio interesse a buone relazioni con i suoi vicini in Europa. Adesso è il momento di dare un contributo decisivo".

Allo stesso tempo, Leonid Rink, uno degli sviluppatori dell'agente nervino "Novichok", ha affermato che i sintomi di Navalny non assomigliano a quelli che si verificano dopo l'avvelenamento da "Novichok".

"Ci sarebbero convulsioni e così via. Sintomi completamente diversi", ha detto Rink.

Malore di Navalny

Alexey Navalny il 20 agosto ha avuto un malore durante un volo verso Mosca. A seguito di un atterraggio di emergenza nella città siberiana di Omsk, è stato ricoverato in ospedale con sospetto avvelenamento come una delle possibili ragioni alla base delle sue condizioni.

Successivamente i medici russi non hanno trovato tracce di veleno nei suoi campioni e hanno ritenuto che il deterioramento fosse causato da un improvviso calo di glucosio nel sangue di Navalny a causa di uno squilibrio metabolico.

Navalny è stato trasportato in aereo a Berlino per ulteriori cure. Secondo una dichiarazione di Aleksandr Murakhovsky, il medico capo dell'ospedale di Omsk, i medici tedeschi hanno detto in una lettera che le condizioni di Navalny sono rimaste gravi e hanno ringraziato i colleghi russi per avergli salvato la vita.

Dal 22 agosto Navalny è in Germania. Le sue condizioni sono stabili, rimane in coma indotto ed è collegato ad un apparato di respirazione artificiale. I medici tedeschi in precedenza avevano determinato e reso pubblica una diagnosi preliminare: "avvelenamento con una sostanza del gruppo degli inibitori della colinesterasi".

Chi è Alexey Navalny

Alexey Navalny, 44 anni, fondatore del Fondo Anti Corruzione, (FBK) è stato fermato diverse volte dalle forze dell'ordine ed ha scontato una pena detentiva nel luglio 2013 per appropriazione indebita.

Nel dicembre 2016 lo stesso Navalny ha annunciato la propria intenzione di candidarsi alle elezioni presidenziali del 2018 ma la sua candidatura non è stata accettata dalla Commissione Elettorale Centrale, a causa delle sue pendenze penali precedenti.

Tags:
Giustizia, Germania, Russia, Alexey Navalny
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook