22:07 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1291
Seguici su

Il mese scorso i media tedeschi hanno ricevuto una lettera da un gruppo di senatori statunitensi che si riferiva alla gestione del porto tedesco di Mukran e li minacciava di "distruzione finanziaria" se non avessero smesso immediatamente di fornire supporto logistico al progetto del gasdotto Nord Stream 2.

Il progetto Nord Stream 2 sarà completato nonostante le minacce di sanzioni statunitensi, ha detto martedì il cancelliere tedesco Angela Merkel, come riportato dal canale televisivo MDR.

Secondo l'emittente, la Merkel si è espressa contro le sanzioni durante la sua visita a Stralsund.

Ai primi di agosto, i senatori statunitensi Ted Cruz, Tom Cotton e Ron Johnson hanno scritto una lettera a Sassnitz GmbH, operatore del porto di Mukran, minacciandolo di "distruzione finanziaria" se non avesse smesso di fornire supporto logistico per il progetto del gasdotto Nord Stream 2.

Il Comitato tedesco per le relazioni economiche dell'Europa orientale ha risposto alle minacce, chiedendo che Berlino e la Commissione europea reagissero e proteggessero le aziende tedesche ed europee da tali "attacchi da parte di paesi terzi". Il comitato ha anche chiesto supporto finanziario e legale nei confronti di sanzioni extraterritoriali.

La costruzione del gasdotto è stata interrotta nel dicembre 2019, quando mancavano solo 160 km dopo che gli Stati Uniti avevano minacciato di imporre sanzioni "fatali" ad AllSeas, un appaltatore con sede in Svizzera che lavorava al progetto energetico congiunto tra la Russia e l'Europa occidentale.

Gli Stati Uniti hanno fatto pressione su Nord Stream 2 mentre cercavano di aumentare le esportazioni del loro gas naturale liquefatto in Europa. Washington insiste sul fatto che il nuovo gasdotto può rappresentare un rischio per la sicurezza nazionale, un'affermazione che sia la Russia che la Germania negano, descrivendo le azioni degli Stati Uniti come un esempio di concorrenza sleale.

Nord Stream 2 è una joint venture tra la russa Gazprom e diverse società energetiche dell'Europa occidentale tra cui Uniper, Wintershall, Engie, OMV e Royal Dutch Shell. Il gasdotto dovrebbe raddoppiare la capacità esistente di Nord Stream di 110 miliardi di metri cubi di capacità di gas all'anno.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook