13:25 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
6 0 0
Seguici su

In alcuni remoti villaggi dell’India sono ancora piuttosto diffuse le pratiche di stregoneria, in alcuni casi dagli aspetti anche macabri.

Nel distretto di Betul, nello Stato centrale indiano del Madhya Pradesh, si è verificato un incidente tra il bizzarro e il macabro, che ha visto protagonista un uomo di 46 anni.

L’uomo, successivamente identificato dalla polizia con il nome di Bhaiyalal, avrebbe ucciso la moglie la scorsa settimana durante una crisi da ubriachezza molesta, poi, rinvenuto in sé (ma evidentemente non del tutto), avrebbe ricoperto il cadavere con sterco di vacca nel tentativo di riportarla in vita.

Alcuni abitanti nel villaggio di Chicholi si erano lamentati del cattivo odore proveniente dall’abitazione del Bhaiyalal, attirando così l’attenzione della polizia locale. L'imputato è stato prontamente arrestato e accusato di omicidio dopo che gli agenti hanno rinvenuto la macabra prova e recuperato il corpo semi-decomposto della povera signora Sunita Evne, la moglie.

La polizia ha confermato i resoconti dei media locali secondo cui il corpo della defunta sarebbe stato recuperato prima che Bhaiyalal fosse in grado di condurre a casa uno stregone per di rianimare il corpo.

Nel tentativo di confutare le accuse di aver picchiato la moglie, Bhaiyalal ha detto durante le indagini di essere andato fuori città e di non sapere chi avesse ucciso la moglie. Secondo la polizia locale invece, Bhaiyalal, noto alcolizzato, aveva litigato con la moglie la notte del 26 agosto e l'aveva colpita alla testa con un bastone di legno, uccidendola sul colpo. La polizia sta indagando ulteriormente sulla questione e spera di arrestare anche lo stregone.

In India la vacca è un animale considerato sacro. Esiste persino un articolo della Costituzione dell’India (Art. 48), che ne vieta la macellazione, pratica punibile con ammende amministrative e, negli Stati più severi, anche con la carcerazione. Il tradizionale rispetto per questo animale, visto come una grande ‘madre universale’ che dona a tutti, nei villaggi più remoti spesso si confonde con credenze arcaiche e pratiche di stregoneria che la legge indiana, al contrario, osteggia fortemente.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook