09:00 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
2250
Seguici su

Il leggendario attore cinematografico e teatrale, noto per le sue interpretazioni in decine di film francesi e hollywoodiani, da Cyrano de Bergerac alle serie Asterix e Obelix e al film La Maschera di Ferro, ha ottenuto la cittadinanza russa nel 2013 e in più occasioni è intervenuto per difendere la Russia e il suo presidente.

Gerard Depardieu ha espresso il suo punto di vista sullo stato attuale della politica francese, affermando che, sebbene ricordi con affetto le sue amicizie con Francois Mitterrand e Jacques Chirac, è meno entusiasta per l'attuale presidente Emmanuel Macron.

"Mi ha telefonato due, tre volte quando ero in Albania", ha ricordato l'attore in un'intervista a Canal +. "Ma ho detto no, non voglio incontrarlo. Questo non è il mio mondo... non ho votato in Francia, ma l'ho fatto (alle elezioni russe nel 2018 - ndr) nell'Ambasciata russa".

"Ero vicino a Sarkozy perché lo capivo più o meno", ha detto l'attore 71enne, aggiungendo di aver avuto un'amicizia con il presidente Francois Mitterrand nonostante fosse in disaccordo con alcune delle politiche del politico socialista. "C'era un legame", ha detto Depardieu. "Ho passato molte serate in un appartamento presso l'Eliseo."

Tralasciando il presidente Francois Hollande, Depardieu ha anche ricordato di essere stato "molto solidale" con il presidente Jacque Chirac e ha ricordato un caso in cui gli ha offerto un consiglio. "Mi ha detto 'Gerard, ho un grosso problema: non sono in televisione, ho difficoltà a spiegarmi'. Così gli ho detto: "Sai cosa dì quello che mi hai appena detto."

Alla domanda sul suo affetto per la Russia, Depardieu ha ammesso che, nonostante abbia la cittadinanza russa, non conosce il Paese "troppo bene", ma ha notato che "ama i russi, la loro letteratura, musica, cultura. Ma allo stesso tempo è consapevole che è un Paese difficile".

Per quanto riguarda la sua amicizia con il presidente russo Vladimir Putin, l'attore ha detto che “sì, rido molto con lui. Ma ci vediamo ogni 3-4 mesi... so che i giornalisti pensano che sia un mostro. Potrebbe essere un caso, ma non ho mai visto un mostro prima di me. Il popolo russo è molto felice. Ok, non si può metterla in questo modo, ma ovunque io sia stato ... ovviamente ci sono alcune cose che sono inaccettabili. Ma non le ho viste."

L'intervista segue un incidente avvenuto venerdì a Parigi in cui la polizia ha fermato Depardieu mentre guidava uno scooter in stato di ebbrezza.

Depardieu ha ottenuto la cittadinanza russa nel 2013 dopo un contenzioso fiscale con il governo francese dopo che il presidente Hollande si era attivato per aumentare le tasse ai ricchi fino al 75%.

Tags:
Società, Russia, Francia, Emmanuel Macron, Vladimir Putin, Gerard Depardieu
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook