01:29 28 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
8150
Seguici su

“Meglio Putin” e “non voglio più essere francese”, avrebbe detto il noto attore fermato dalla polizia per un’infrazione commessa ubriaco sul suo scooter lo scorso venerdì.

Fermato per strada in leggero stato di ebbrezza per aver oltrepassato una linea bianca al semaforo rosso a bordo di uno scooter, Gérard Depardieu è stato multato e poi rilasciato dalla polizia. Secondo i verbali, rivelati dalla stampa francese, durante il fermo l’attore si sarebbe lasciato andare ad invettive piuttosto feroci contro il suo Paese natale.

Secondo i verbali della polizia, citata dal giornale Le Point, Gérard Depardieu il 28 agosto nel 14° arrondissement di Parigi, aveva infranto il codice della strada non fermandosi correttamente ad un semaforo a bordo del suo scooter. Degli agenti gli hanno ordinato di fermare il mezzo e soffiare nell’etilometro dato che mostrava inequivocabili segni di alterazione. Solo dopo essersi tolto il casco gli agenti hanno riconosciuto l’attore e hanno immediatamente informato i superiori.

Alla prova dell’etilometro è risultato che il signor Depardieu era al di sopra del limite massimo di 0,25 milligrammi di alcol per litro di aria espirata e ha spiegato di aver bevuto due birre prima di salire in sella.

Dal quartier generale della polizia hanno inviato un ufficiale di servizio sul posto.

"Un commissario di sicurezza è intervento per prende contatto con noi e chiederci di non rilasciare la verbalizzazione del signor Depardieu", indica il rapporto degli agenti di polizia, rivelato dal media francese.

Un secondo test dell’etilometro ha tuttavia mostrato un tasso di 0,40 milligrammi di alcol per litro di aria espirata. L'attore è stato quindi multato.

Lo scooter dell’attore, essendo questi impossibilitato a guidarlo, è stato ritirato dagli amici. In attesa del loro arrivo, Depardieu ha detto agli agenti che non voleva più essere francese e che preferiva Vladimir Putin. Il Presidente russo, come noto, gli aveva concesso la cittadinanza russa nel 2013.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook