23:30 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
191
Seguici su

Uno dei serpenti più velenosi al mondo è stato avvistato nelle acque poco profonde di una famosa località balneare del Sudafrica.

Un black mamba lungo quasi due metri e mezzo è stato avvistato nelle acque non molto profonde di una spiaggia turistica di Durban, in Sudafrica. Le onde hanno spinto il rettile vicino alla riva, destando la preoccupazione dei bagnanti. I black mamba sono infatti tra i serpenti più velenosi al mondo ma, pur essendo degli ottimi nuotatori, non sono animali marittimi e non si muovono agilmente in acqua. 

Così il serpente è arrivato sulla spiaggia quasi stremato, travolto dalle onde e dalla corrente marina. Si è dunque reso necessario l'intervento di alcuni specialisti per riscattarlo dalle acque. Il rettile era così esausto che per i suoi soccorritori, gli esperti dell'l'Associazione sudafricana per la ricerca biologica marina (SAAMB), non è stato difficile né pericoloso trarlo il salvo. 

Il naufrago è stato portato da un veterinario, che ne ha constatato lo stato di stress e lo ha trattato con antibiotici. 

Un breve esame iniziale ha mostrato che era stressato ma per il resto sano. È stato trattato con antibiotici.

"Abbiamo raccolto sangue per scopi diagnostici, e abbiamo fatto radiografie (raggi X) di tutto il suo corpo. Si tratta di un approccio standard come indicherebbe se ci fossero motivi per preoccuparsi. Per fortuna, i risultati del sangue di oggi non indicano che c'è un'infezione presente, e non siamo riusciti a rilevare ulteriori anomalie sui raggi X" ha dichiarato il veterinario di SAAMBR, il dottor Francois Lampen.

Inoltre il veterinario ha scoperto che si tratta di un esemplare femmina e ha annunciato che verrà rilasciato in pochi giorni. 

Il black mamba è un serpente letale per l'uomo e uno dei più velenosi al mondo. Un suo morso può essere fatale se non viene somministrato un antidoto entro 7-15 ore. 

Tags:
Sudafrica, serpente
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook