02:22 20 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 223
Seguici su

Le forze armate cinesi hanno denunciato la violazione delle proprie acque territoriali, dopo che una nave da guerra battente bandiera stelle e strisce è stata avvistata nel Mar cinese Meridionale.

Pechino ha avvertito Washington sulle conseguenze dell'attività della marina militare  nel Mar Cinese Meridionale, dopo l'avvistamento di una nave da guerra statunitense all'interno delle acque contese. La Cina ha definito le manovre nell'area delle provocazioni, che potrebbero causare un confronto armato involontario. 

"Esortiamo gli USA a porre fine a tale comportamento provocatorio e a limitare le proprie attività marittime per evitare possibili incidenti militari", ha detto il portavoce del comando del teatro meridionale dell'esercito cinese, il colonnello maggiore Li Huamin.

Il portavoce ha denunciato l'ingresso non autorizzato di una nave militare statunitense, specificando che le forze navali e aeree dell'Esercito popolare di liberazione (PLA) hanno monitorato l'imbarcazione intrusa mentre navigava nel Mar Cinese Meridionale.

Gli Usa non hanno negato la presenza dell'imbarcazione, il cacciatorpediniere di missili guidati USS Mustin. La Us Navy ha confermato che la nave ha svolto una missione di routine e ha fatto appello alla libertà di navigazione. 

​Le controversie USA - Cina

Negli ultimi mesi, le relazioni tra gli Stati Uniti e la Cina sono state accese per una serie di ragioni: controversie commerciali, la situazione a Hong Kong, la situazione con i diritti delle minoranze nazionali nella Cina, la pandemia di coronavirus e il rifiuto di Pechino di partecipare ai negoziati sul controllo degli armamenti.

Per decenni, la Cina ha discusso con diversi paesi della regione Asia-Pacifico l'affiliazione territoriale di diverse isole nel Mar Cinese Meridionale, sulla cui placca oceanica sono state scoperte importanti riserve di idrocarburi: si tratta dell'arcipelago di Sisha (Isole Paracel), delle isole Nansha (Spratly) e Huangyan (Scarborough Reef). I paesi coinvolti sono Vietnam, Brunei, Malesia e Filippine.

La situazione nella regione è spesso complicata dal passaggio di navi da guerra statunitensi che, secondo il Ministero degli Esteri cinese, violano il diritto internazionale e minano la sovranità e la sicurezza della Cina. Nonostante le proteste di Pechino, gli Stati Uniti ribadiscono che le proprie navi si muovono nelle acque dove questo è consentito dalle norme internazionali.

Tags:
USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook