15:01 24 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 09
Seguici su

Forte però l'opposizione del partito conservatore, del quale lo stesso Johnson è la diretta espressione.

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha annunciato di aver rivisto la propria posizione riguardo all'obbligatorietà dell'uso della mascherina nelle scuole.

A pochi giorni dalla ripresa dell'anno scolastico nel Regno Unito, il governo del Regno Unito ha disposto che i dirigenti degli istituti scolastici abbiano la facoltà di imporre l'utilizzo del dispositivo individuale di protezione qualora lo ritengano necessario.

A dettare il cambio di rotta a Londra, molto probabilmente, è stata la direttiva dell'OMS che raccomanda l'utilizzo della mascherina a "bambini e ragazzi di età superiore ai 12 anni":

"Di conseguenza - si legge nella nota di Downing Street - il governo ha riconsiderato la propria direttiva sull'uso delle mascherine per il personale e per i bambini di età pari o superiore ai 7 anni in Inghilterra. A livello nazionale, sebbene il governo non raccomandi l'imposizione obbligatoria delle mascherine, le scuole potranno a libera discrezione richiedere l'utilizzo di dispositivi personali di protezione nelle zone comuni qualora ritengano che le circostanze lo richiedano".

L'esecutivo ha quindi annunciato delle nuove direttive riguardanti le aree "dove la trasmissibilità del virus rimane alta", e nelle quali l'uso della mascherina sarà reso obbligatorio per adulti e studenti delle scuole secondarie.

"La nostra priorità è quella di riportare i ragazzi a scuola in sicurezza. Ad ogni fase abbiamo dato ascolto alle più recenti direttive sanitarie e scientifiche. Abbiamo pertanto deciso di seguire la nuova direttiva dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Nelle aree dove è stato localmente imposto il lockdown, i bambini di età pari o superiore ai 7 anni dovranno indossare le mascherine nelle zone comuni. Al di fuori di tali aree, le mascherine non saranno obbligatorie nelle scuole, sebbene le scuole avranno la flessibilità di poter introdurre delle misure specifiche, se riterranno che le circostanze lo richiedano. Spero che tali misure rassicurino genitori, studenti e insegnanti", ha spiegato il ministro dell'Istruzione Gavin Williamson.

L'opposizione dei conservatori

La decisione del governo di introdurre l'uso facoltativo delle mascherine negli istituti scolastici non è tuttavia stata accolta con favore da tutte le forze politiche, con i conservatori che in particolare si sono scagliati contro l'uso delle mascherine nelle scuole.

"Le mascherine dovrebbero essere vietate nelle scuole. Il paese dovrebbe tornare alla normalità senza dare retta a queste stupidaggini pseudoscientifiche. E' tempo di mettere fine alla paura", sono state le parole dell'onorevole dei Tories Marcus Fysh.

Il Covid-19 nel Regno Unito

La Gran Bretagna resta il paese maggiormente colpito dal Covid nel Vecchio Continente, con 41.000 decessi e oltre 327.000 contagi complessivi.

Nel mese di luglio 2020 il debito pubblico britannico ha superato la soglia psicologia dei 2 trilioni di sterline, pari a circa 2,5 trilioni di euro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook