05:22 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (118)
0 11
Seguici su

La Russia aveva registrato ufficialmente il primo vaccino al mondo contro il coronavirus di produzione nazionale l'11 agosto scorso. Il nuovo farmaco è stato chiamato "Sputnik V".

Il ministero della Salute russo ha affermato che il Centro di ricerca russo "Gamaleya" ha ricevuto l'autorizzazione per condurre gli studi clinici post-registrazione del vaccino messo a punto dagli scienziati dell'istituto contro il coronavirus.

Nel comunicato diffuso dal dicastero della Salute, si afferma che gli studi post-registrazione del vaccino contro il coronavirus si svolgeranno presso numerose istituzioni mediche pubbliche a Mosca.

In merito Alexander Ginzburg, direttore del Centro Gamaleya, ha riferito a Sputnik che le dosi del vaccino anti-Covid verranno consegnate alle cliniche pubbliche della capitale russa entro il 3 settembre e gli studi post-registrazione inizieranno tra il 4 e 5 settembre.

Oggi era stato reso noto dal ministro della Salute russo Mikhail Murashko che il Centro Gamaleya aveva presentato i documenti richiesti per condurre gli studi post-registrazione del vaccino contro il coronavirus.

Vaccino russo anti-Covid

In precedenza il ministero della Salute ha registrato il primo vaccino al mondo per la prevenzione del COVID-19 "Sputnik V". È stato sviluppato da specialisti del Centro Gamaleya con il sostegno del Fondo russo per gli investimenti diretti. Gli esperti hanno sottolineato che durante gli studi clinici, tutti i volontari hanno sviluppato livelli di anticorpi elevati, nessuno ha avuto gravi complicazioni.

Il capo dell'RDIF, Kirill Dmitriev, ha riferito che il fondo ha ricevuto richieste da più di 20 Paesi per l'acquisto di un miliardo di dosi del vaccino. Allo stesso tempo, ha osservato che la Russia ha acconsentito alla produzione di vaccini in cinque di essi. Secondo lui, le attuali capacità disponibili consentono di produrre 500 milioni di dosi all'anno.

Il ministro dell'Industria e del Commercio Denis Manturov ha ammesso che l'esportazione del vaccino all'estero potrebbe iniziare in primavera. A sua volta l'ufficio stampa della presidenza bielorussa aveva affermato ieri che il Paese sarebbe diventato il primo importatore del nuovo vaccino russo contro il coronavirus.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (118)
Tags:
Scienza e Tecnica, Russia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook