00:17 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
210
Seguici su

USA e Cina tornano a parlare di Fase uno dell'accordo commerciale firmato a gennaio 2020. Un segnale di distensione dopo mesi di crescenti tensioni tra i due governi.

Gli USA e la Cina tornano a parlare di Fase uno dell’accordo commerciale firmato lo scorso 15 gennaio. Il rappresentante commerciale statunitense Robert Lighthizer, il Segretario al tesoro USA Steven Mnuchin e il vice premier cinese Liu He, durante una telefonata occorsa lunedì 24 agosto, hanno confermato l’impegno di proseguire sulla strada dell’attuazione di quanto stabilito dall’accordo di gennaio.

La telefonata era inizialmente programmata per il 15 agosto, ovvero a 6 mesi esatti dalla stipula dell’accordo, ma a causa delle crescenti tensioni tra USA e Cina, era stata posticipata per volere di Donald Trump in persona.

“Le parti hanno discusso dei passi che la Cina ha compiuto per attuare le modifiche strutturali richieste dall’accordo che garantiranno una maggiore protezione dei diritti di proprietà intellettuale, rimuoveranno gli ostacoli alle aziende americane nei settori dei servizi finanziari e dell’agricoltura ed elimineranno il trasferimento tecnologico forzato”, si legge nella nota diffusa dall’ufficio dello United States Trade Representative (Ustr).

Acquisti di prodotti USA da parte della Cina

Il comunicato riferisce anche che le due parti hanno discusso dell’aumento degli acquisti di prodotti statunitensi da parte della Cina, e hanno discusso anche della “azioni future necessarie per attuare l’accordo”.

“Entrambe le parti vedono progressi e si impegnano ad adottare le necessarie misure per garantire il successo dell’accordo”, conclude il comunicato.

 

Correlati:

Accordo Usa-Cina, a breve colloqui telefonici per valutare i progressi
La Cina respinge il piano USA di schierare missili nella regione Asia-Pacifico
USA ritirano proposta di aggiungere Cina ai negoziati Trattato per riduzione armi nucleari - Mosca
Tags:
USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook