12:42 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
141
Seguici su

In precedenza, i medici che stavano curando Navalny all'ospedale Charite di Berlino hanno detto di aver trovato nel suo corpo tracce di intossicazione da una sostanza del gruppo degli inibitori della colinesterasi. Tuttavia, la sostanza esatta è ancora sconosciuta, ha aggiunto il servizio stampa della clinica.

Le analisi fatte su Alexey Navalny presso l'ospedale di Omsk in Russia non hanno mostrato tracce di avvelenamento con sostanze inibitrici della colinesterasi, come hanno affermato i medici tedeschi che lo hanno in cura, né il paziente presentava sintomi tipici di tale avvelenamento, ha detto lunedì il capo del reparto di tossicologia Alexander Sabayev.

All'inizio della giornata, i medici che hanno in cura Navalny nell'ospedale Charite di Berlino hanno affermato di aver trovato tracce di intossicazione con una sostanza del gruppo di inibitori della colinesterasi nel suo corpo.

"Al momento del suo ricovero all'ospedale [di Omsk], su Alexey Navalny sono state fatte analisi per rilevare l'eventuale presenza di una vasta gamma di narcotici, sostanze sintetiche, psicodiletici e sostanze medicinali, inclusi gli inibitori della colinesterasi - tutti i test sono risultati negativi", ha detto Sabayev in un comunicato stampa citato dal Ministero della Salute di Omsk.

"Inoltre, Navalny non presentava i sintomi specifici dell'avvelenamento con sostanze inibitrici della colinesterasi. Come abbiamo detto prima, siamo pronti a condividere i campioni dei test di Alexey Navalny con i nostri colleghi tedeschi per un esame", ha aggiunto il funzionario sanitario.

La versione dei medici tedeschi sulla diagnosi della figura dell'opposizione russa Alexei Navalny è stata elaborata sulla base di quella fatta dagli specialisti russi il primo giorno, ma non ha trovato conferma, ha detto il capo del dipartimento di anestesiologia e rianimazione del centro russo Pirogov, Boris Teplykh.

"Per me, nulla di nuovo è presente nella dichiarazione dei colleghi di Charite. Parlano di dati clinici che mostrano intossicazione da inibitori della colinesterasi", ha detto il medico.

"Beh, in primo luogo, parlano di dati clinici e non della sostanza stessa, che né noi né loro, a quanto pare, abbiamo rilevato al momento. La stessa versione è stata elaborata da noi il primo giorno del ricovero del paziente, ma nessuna conferma è stata trovata", ha detto Teplykh.

"Per quanto riguarda l'atropina, che è stata prescritta dai colleghi per il trattamento, al paziente è stato iniettato questo farmaco dal primo minuto dopo il ricovero. Successivamente, è stata discussa la necessità di una sua ripetuta somministrazione", ha detto.

"Inoltre, la presenza di una tale reazione chimica nel corpo è possibile sia come risultato dell'uso di altri farmaci sia nel corso naturale della malattia", ha detto.

Nello stesso tempo, l'esperto ha sottolineato che la cosa principale è che "il paziente non è peggiorato a causa del trasporto".

"Speriamo che il miglioramento delle condizioni del paziente, che era già stato osservate a Omsk, continui. Siamo pronti a collaborare con i colleghi tedeschi", ha detto.

Malore e ricovero di Navalny

Navalny si è sentito male durante un volo da Tomsk a Mosca ed è stato ricoverato in ospedale a Omsk dopo che il suo aereo vi ha effettuato un atterraggio di emergenza. Il suo addetto stampa ha detto che potrebbe essere stato avvelenato. I medici di Omsk hanno affermato di non aver trovato tracce di veleno nel sangue di Navalny e hanno suggerito che avrebbe potuto soffrire di uno squilibrio metabolico causato da un calo dei livelli di zucchero nel sangue.

Tags:
Germania, Russia, Alexey Navalny
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook