16:22 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1312
Seguici su

Gli aerei da ricognizione americani, che la Russia regolarmente allontana dai suoi confini, creano tensioni inutili e peggiorano i rapporti tra i due Paesi, secondo gli analisti della testata americana The National Interest.

Secondo l'esperto del National Interest Ted Galen Carpenter, l'uso di aerei da ricognizione nei pressi delle frontiere di potenziali avversari non è qualcosa di straordinario, ma recentemente gli americani hanno incrementato di diverse volte i voli di questo tipo di aerei, in particolar modo lungo i confini della Federazione Russa.

Considerando che le relazioni russo-americane non sono al loro livello più alto, sarebbe meglio non provocare inutili tensioni, dice l'esperto ricordando a questo proposito come in una situazione simile nel 2001 un caccia cinese e un aereo da ricognizione statunitense si siano scontrati. Le relazioni tra i due Paesi divennero allora seriamente tese e ci vollero anni di diplomazia per migliorarle.

In particolar modo secondo l'esperto del NI sono proprio gli aerei americani a provocare più di tutti, senza escludere gli approcci aggressivi in volo di aerei russi.

Tuttavia gli incidenti provocati dagli americani vicino ai confini russi sono molto più numerosi rispetto a quelli dei russi presso le frontiere USA a detta loro.

L'esperto di The National Interest dunque sottolinea che oggi non conviene condurre voli provocatori vicino al confine russo, visto quanto sta accadendo in Bielorussia, perché Minsk è la più stretta alleata di Mosca.

L'esperto continua affermando che l'utilità delle informazioni raccolte in questi voli è poca o nulla, dato il lavoro attivo di ricognizione svolto dai satelliti americani.

Quindi Carpenter rimarca la sua opinione sostenendo che c'è un forte rischio di una collisione aerea e dello sviluppo di pericolose ricadute diplomatiche e militari che ne deriverebbero. Quindi secondo lui "il Pentagono deve interrompere immediatamente la sua condotta provocatoria".

Negli ultimi mesi quasi ogni settimana aerei USA e di suoi alleati vengono intercettati da caccia lungo i confini della Russia. La settimana scorsa un caccia Su-27 ha intercettato 3 aerei da ricognizione statunitensi e britannici sul Mar Nero.

Correlati:

Su-27 intercetta sul Mar Nero un aereo da ricognizione americano partito da Sigonella
Cacciatorpediniere cinese punta laser su aereo da ricognizione statunitense
Aereo da ricognizione USA rilevato vicino Kaliningrad
Tags:
The National Interest
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook