14:46 24 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
10112
Seguici su

Prima dell'inizio della marcia, la polizia ha avvertito delle eventuali responsabilità per cortei illegali, possibili provocazioni, ma non ci sono stati arresti.

Domenica a Minsk e in alcune città della Bielorussia si sono svolte manifestazioni di protesta di opposizione per il 15° giorno dopo le elezioni presidenziali. La marcia di Minsk è stata la più grande.

I manifestanti hanno iniziato a riunirsi nel pomeriggio nel centro della capitale, in Piazza Indipendenza, ma già al mattino la polizia ha aumentato le misure di sicurezza. La metropolitana ha anche chiuso gli ingressi e le uscite di 4 stazioni della metropolitana nel centro di Minsk. Il giorno prima, la polizia aveva avvertito che la manifestazione non era stata autorizzata dalle autorità cittadine e che le azioni dei manifestanti stavano infrangendo la legge.

Tuttavia, alle 15:30, migliaia di persone si erano radunate in Piazza Indipendenza. Le forze dell'ordine con i megafoni hanno invitato i manifestanti a non disturbare l'ordine in città, avvertendo della responsabilità per la partecipazione ad azioni di strada non autorizzate.

Manifestanti sulla Piazza dell'Indipendenza a Minsk
© Sputnik . Viktor Tolochko
Manifestanti sulla Piazza dell'Indipendenza a Minsk

In mattinata, è stato reso pubblico un video dichiarazione del ministro della Difesa bielorusso Viktor Khrenin che in caso di violazioni dell'ordine e della pace nei "luoghi sacri" i manifestanti avrebbero dovuto avere a che fare con l'esercito. In particolare il ministro si riferiva alla stele e al Museo della Grande Guerra Patriottica, situato nelle vicinanze. Pertanto, per questo motivo, sono stati messi sotto sorveglianza dalle truppe.

I manifestanti hanno cantato i tradizionali slogan "Vai via", "Lunga vita alla Bielorussia". Un'ora dopo, i manifestanti hanno cominciato a disperdersi, ma alcuni di loro si sono diretti verso la Piazza della Bandiera di Stato, dove si trova la residenza del presidente, il Palazzo dell'Indipendenza.

I manifestanti si sono fermati a poche decine di metri dal cordone allestito dalle forze di sicurezza lungo l'intera larghezza del viale nei pressi del Palazzo dell'Indipendenza, continuando a cantare slogan contro l'attuale governo.

Prima che i manifestanti si avvicinassero al territorio adiacente alla residenza presidenziale, due corazzati da trasporto con truppe armate sono giunti sul posto. Il perimetro della Piazza della Bandiera di Stato è stato delimitato da truppe antisommossa. Dopo un po, i manifestanti si sono dispersi e Aleksander Lukashenko è volato verso la sua residenza. È sceso dall'elicottero in un giubbotto antiproiettile e con una mitragliatrice in mano.

Contemporaneamente alla manifestazione di Minsk, si sono svolte manifestazioni di massa nelle regioni a sostegno dell'attuale governo e dell'opposizione, come a Vitebsk, a Grodno e a Gomel. Non ci sono stati scontri tra i sostenitori del presidente bielorusso e gli oppositori.

Correlati:

L'Occidente vuole plasmare la Bielorussia alla sua maniera - Lavrov
Proseguono le proteste antigovernative in Bielorussia - Video
Lukashenko avverte l'Occidente: Bielorussia reagirà senza preavviso a violazione dei confini
Tags:
Polizia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook