14:22 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Il fatto, avvenuto a Barcellona, risale al 16 agosto, mentre l'arresto è avvenuto giovedì.

La polizia catalana ha arrestato a Barcellona due turisti italiani di 23 anni con l'accusa di presunti abusi sessuali ai danni di due ragazze. A riportarlo oggi è il sito del quotidiano 'La Vanguardia', ma i fatti risalgono al 16 agosto scorso. L'arresto invece è avvenuto giovedì.

Secondo la ricostruzione, le due giovani donne erano con un gruppo di amiche in un locale a Sant Adrià de Besòs, quando hanno cominciato a parlare con i ragazzi che sedevano in un tavolo accanto.

La mattina dopo, le due malcapitate si sono svegliate a casa confuse e stordite, incapaci di ricordare cosa fosse successo la sera precedente. Cercando di ricostruire l'accaduto, entrambe hanno ricordato di essersi trovate completamente nude in un appartamento in balia dei due giovani, in procinto di avere con loro rapporti sessuali che non sono state in grado di rifiutare per via del loro stato di impotenza e stordimento.

Recatesi in ospedale, le vittime si sono sottoposte a diversi esami, che hanno rivelato l'involontaria assunzione da parte di entrambe un farmaco contenente benzodiazepine, uno psicofarmaco con effetti sedativi, amnesici e rilassanti, tristemente noto anche come 'droga dello stupro'.

Gli agenti sono riusciti a identificare i presunti aggressori attraverso i social network, nonché a risalire all'indirizzo dove sarebbe avvenuto l'abuso, nel distretto di Eixample.

Tags:
Stupri, donne, Italia, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook