10:43 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
242
Seguici su

Gli Stati Uniti sono il secondo maggiore esportatore di prodotti per la difesa in India dopo la Russia. Designata come uno dei principali partner per la difesa da Washington, Nuova Delhi ha firmato due accordi sulle armi per un valore di oltre 3,5 miliardi di dollari all'inizio di quest'anno durante la visita del presidente Trump nel paese.

L'Assistente Segretario di Stato americano Clarke Cooper ha ribadito lo "costernazione" dell'America per gli acquisti di armi dalla Russia da parte dell'India. Lasciando un avvertimento, ha detto che gli acquisti di New Delhi d'importanti armi russe come sistemi antiaerei avanzati o caccia "potrebbero ostacolare la sua cooperazione in difesa con l'Occidente".

Nonostante le minacce statunitensi, il mese scorso l'India ha approvato l'acquisto di 21 MiG-29 e 12 Su-30 MKI, per un valore di oltre 2,5 miliardi di dollari. Il ministro della Difesa indiano Rajnath Singh aveva anche sollecitato la consegna rapida dei sistemi di difesa missilistica aerea S-400.

India e Russia hanno firmato un accordo da 5,43 miliardi di dollari per l'acquisto di sistemi di difesa missilistica aerea S-400 nell'ottobre 2018. I sistemi possono trasportare tre diversi tipi di missili in grado di distruggere una varietà di bersagli aerei a breve e lungo raggio, da aerei da ricognizione a missili balistici.

Amit Cowshish, ex consulente finanziario (Acquisizioni) del Ministero della Difesa, ritiene che l'imposizione di sanzioni all'India danneggerà gli interessi di Washington, poiché l'India oggi è uno dei mercati più grandi per gli Stati Uniti. "Tutte le relazioni India-USA su cui si basano sono il commercio della difesa, non c'è altra area in cui abbiamo fatto progressi sostanziali", dice.

A differenza di un eventuale accordo commerciale USA-India che dopo diversi round di negoziati sui dazi è ancora lontano dalla firma, il commercio per la difesa tra i due paesi ha ricevuto una spinta nel corso degli anni. Il commercio per la difesa tra India e Stati Uniti è aumentato da meno di 1 miliardo di dollari nel 2008 a 18 miliardi di dollari nel 2019. Secondo un rapporto SIPRI, gli Stati Uniti sono ora il secondo fornitore di armi in India dopo aver registrato "una crescita di oltre il 550% nel 2013- 17 rispetto ai cinque anni precedenti".

Cowshish sottolinea che se l'amministrazione Trump andrà avanti con le sanzioni, l'India potrebbero rinunciare alle attrezzature dagli Stati Uniti, il che danneggerà la propria industria in termini di mercato.

Senza escludere la possibilità che gli Stati Uniti lavorino su questa minaccia e impongano sanzioni, Cowshish afferma: "Non penso che ci siano possibilità realistiche perché se avessero voluto farlo, lo avrebbero dovuto fare quando abbiamo deciso di acquistare gli S-400". Cita anche che funzionari e think tank americani hanno affermato che CAATSA è pensato per la Turchia e non per l'India, ma è una realtà e non ci sono esenzioni per l'India.

L'anno scorso, subito dopo che l'India aveva annunciato la consegna di cinque unità S-400 Triumf, l'amministrazione Trump ha minacciato l'India di sanzioni ai sensi del CAATSA (Countering American Adversaries Through Sanctions Act) e ha offerto sistemi di difesa missilistica americani a Nuova Delhi in alternativa al sistema russo. L'India e la Russia tuttavia avevano ormai trovato il modo di aggirare le sanzioni effettuando pagamenti nelle proprie valute.

Il CAATSA richiede l'imposizione di determinate sanzioni a persone / entità che consapevolmente si impegnano in una "transazione significativa" con i settori della difesa o dell'intelligence della Russia.

L'India dipende dalla Russia per la difesa

Il mese scorso, snobbando le "denunce e le minacce" USA, il ministro indiano per gli affari esteri S Jaishankar aveva consigliato a Washington di andare oltre le alleanze e imparare a "lavorare in un mondo più multipolare, con un rapporto più plurilaterale".

Cowshish crede inoltre che anche volendo l'India, finirebbe sotto pressione se smettesse di acquistare armi dalla Russia. New Delhi non può permettersi di antagonizzare la Russia perché dipende fortemente da Mosca per la fornitura di pezzi di ricambio e altra assistenza tecnica, oltre a mantenere un ampio inventario di attrezzature che ha acquistato dalla Russia per così tanto tempo, quindi deve continuare.

La Russia è il principale fornitore di difesa dell'India e lo stesso si riflette nell'86% delle attrezzature, delle armi e delle piattaforme d'armi attualmente in servizio militare nel paese. Si arriva al 90% se si prendono in considerazione anche circa 10.000 pezzi di mezzi militari, riporta l'Indian Express.

Cowshish dice: "Se l'India sta comprando qualcosa dalla Russia, significa che ha senso commerciale e strategico. Non credo che l'India sarà influenzata dalle minacce americane su questo punto". 

Correlati:

India vieta importazione di 101 tipo d'armi: a rischio industrie della difesa di Russia e USA
L'India inizia lo spiegamento di armi avanzate lungo il confine con la Cina - Capo dell'esercito
Le vendite di armi russe in India superano i 15 miliardi di dollari in tre anni
Tags:
USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook