22:04 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
14511
Seguici su

Le rivolte in Bielorussia sono dirette dagli Stati Uniti, gli europei stanno giocando insieme, ha detto il Presidente della Repubblica Alexander Lukashenko. Le sue parole sono riportate dall'agenzia Sputnik Bielorussia.

Secondo Lukashenko, la Bielorussia resta "l'ultimo anello" nei piani dell'Occidente per stabilire un "corridoio Baltico-Mar Nero, un cordone sanitario" intorno alla Russia, che include anche l'Ucraina e le tre repubbliche baltiche.

"È stato detto - lo faranno. Un centro speciale è stato creato vicino a Varsavia. Noi controlliamo, sappiamo cosa stanno facendo. Abbiamo iniziato a far risuonare i binari. Vedi, quando c’è inquietudine e nelle vicinanze iniziano a muoversi carri armati e volano aerei, non è un caso", ha detto durante una conversazione con i lavoratori del complesso agricolo "Dzerzhinsky".

In una conversazione con il personale dello stabilimento, il Presidente ha valutato la situazione nel Paese come "molto politicizzata, ma non catastrofica". Ha parlato anche dell'incontro con i responsabili delle agenzie di sicurezza, che gli hanno assicurato che "non daranno il Paese a nessuno".

Stavano preparando questo casino per noi. E la Russia aveva paura di perderci. L'Occidente ha deciso di metterci in qualche modo, ovviamente, come vediamo ora, contro la Russia - ha aggiunto Lukashenko

Il servizio stampa di Lukashenko ha successivamente riferito che, dopo un incontro con le forze di sicurezza, le autorità "hanno aggiornato i piani d'azione" per i diversi scenari possibili in cui la situazione potrebbe evolvere, inclusa "l'aggressione esterna".

Proteste in Bielorussia

Le massicce proteste dell'opposizione sono iniziate in Bielorussia il 9 agosto, dopo le elezioni presidenziali, vinte per la sesta volta dal leader bielorusso in carica Alexander Lukashenko. Secondo la Commissione elettorale centrale, Lukashenko ha vinto con l'80,1 per cento dei voti.

L'opposizione tuttavia sostiene che a vincere le elezioni sia stata Svetlana Tikhanovskaya. Nei primi giorni, le forze di sicurezza hanno soppresso le azioni, usando gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti e proiettili di gomma contro i manifestanti. Successivamente hanno smesso di disperdere le manifestazioni.

Secondo i dati ufficiali, nei primi giorni sono state arrestate oltre 6,7mila persone. Come riportato dal Ministero degli Affari Interni della Repubblica, centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui oltre 120 agenti delle forze dell'ordine, tre manifestanti sono morti.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook