14:48 24 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 71
Seguici su

Dalla Cina arriva un parere positivo sul vaccino russo al Covid. A darlo è l'incaricato speciale della Commissione per la Salute nella lotta all'epidemia di coronavirus.

Il capo della Commissione nazionale per la Salute della Repubblica Popolare Cinese, incaricato speciale per l'epidemia di coronavirus originatasi a Wuhan, Zhōng Nánshān, ha valutato il vaccino elaborato in Russia.

“Zhōng Nánshān ha sottolineato che il vaccino sulla base dell’adenovirus russo è sicuro e ha espresso la speranza che i test clinici vengono completati con successo", si legge in una nota dell’Ambasciata russa a Pechino.

L’epidemiologo si è congratulato con Mosca per la registrazione del farmaco, resa nota lo scorso 11 agosto.

Il vaccino russo Sputnik V

Il vaccino Sputnik V è stato sviluppato congiuntamente dall'Istituto di ricerca Gamaleya e dal Ministero della Difesa della Federazione Russa.

I test clinici sul primo vaccino russo per il coronavirus sono iniziati il 18 giugno e hanno visti impegnati 38 volontari, che hanno sviluppato immunità al virus e sono stati dimessi il 15 e il 20 luglio scorsi.

I test sul vaccino cinese in Russia

Nella giornata di ieri l’azienda “Petrovaks” ha ricevuto l’autorizzazione dalle autorità russe per l’avvio della terza fase dei test del vaccino anti-COVID cinese Ad5-nCov in Russia. Questo vaccino è stato sviluppato dalla cinese CanSino Biologics Inc in sinergia con l'Istituto di biotecnologia di Pechino e dall'Accademia di scienze della sanità militare.

Il vaccino russo sviluppato dall'istituto Gamaleya e quello della CanSino sono tecnologicamente imparentati, utilizzando ambedue dell'adenovirus innocuo per l'inoculazione della proteina Spike con le informazioni genetiche del coronavirus.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook