23:31 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
329
Seguici su

In precedenza anche gli account di RT erano stati sottoposti a forme di censura simili da parte di Twitter.

Le misure promesse da Twitter contro i media legati a Stati membri permanenti del Consiglio di Sicurezza Onu cominciano ad entrare in vigore, seppure solo in riferimento agli account che avrebbero un presunto legame con il governo della Cina o della Russia.

Sul noto social network, infatti, non è più possibile trovare le pagine di Sputnik in diverse lingue immettendo il nome delle stesse nel campo di ricerca, a meno che l'utente non fosse già in precedenza un follower o non avesse già effettuato l'accesso dallo stesso account.

Tale problematica, che è stata riscontrata a titolo di esempio dalla piattaforma in lingua francese Sputnik France, va ad aggiungersi alla questione legata alle etichette introdotte a partire dal 6 agosto scorso e che marcano i canali ufficiali di Sputnik su Twitter con la dicitura "Media affiliato ad uno Stato, Russia".

La pagina ufficiale Twitter di Sputnik France
La pagina ufficiale Twitter di Sputnik France

La spiegazione ufficiale data dal social network per quest'ultima circostanza è che l'obiettivo di tale dicitura è quello di identificare account individuati come "fortemente impegnati in materia di geopolitica e di diplomazia" e ha come conseguenza la loro esclusione dalla lista degli account raccomandati per gli utenti e ne limita la visibilità complessiva.

L'account ufficiale Twitter di Radio Svoboda
L'account ufficiale Twitter di Radio Svoboda

Tuttavia, a titolo di esempio, un media russo come Radio Svoboda, apertamente finanziato dal Congresso degli Stati Uniti, non è stato etichettato allo stesso modo.

In precedenza anche gli account di RT erano stati sottoposti a forme di censura simili da parte di Twitter.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook