06:03 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
5240
Seguici su

Il presidente Bielorusso è intervenuto durante la seduta del Consiglio di Sicurezza della Bielorussia.

Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko ha accusato i Paesi occidentali di essere il maggiore sponsor delle proteste in corso da oltre una settimana in Bielorussia e ha fatto sapere che il governo di Minsk ha intenzione di "concentrarsi sulla questione".

"I Paesi occidentali hanno annunciato di star raccogliendo fondi da inviare in Bielorussia in maniera del tutto aperta. Lo vediamo", ha riferito Lukashenko al Consiglio di Sicurezza della Bielorussia.

Il presidente della Bielorussia ha quindi rilevato che il governo è impossibilitato a tracciare tutti i fondi in arrivo, a causa della loro ingente quantità:

"Moltissimi soldi arrivano in contanti. Ma ne siamo al corrente e ce ne occuperemo", ha concluso il capo di stato.

Lukashenko ha quindi voluto ringraziare quei lavoratori che hanno deciso di non partecipare agli scioperi organizzati in questi giorni e ha espresso preoccupazione circa il fatto che alcuni di loro potrebbero ricevere delle pressioni:

"Le minacce e gli attacchi agli operai in fabbrica e ai dirigenti, siamo preoccupati. Prima e alla fine del turno devono passare tra ad una folla inferocita all'ingresso. E' come la Gestapo. Vorrei esprimere solamente tutta la mia gratitudine ai lavoratori e chiedergli di non abbassare lo sguardo", ha concluso Lukashenko.

La situazione in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale Alexander Lukashenko ha totalizzato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%.

Da più di una settimana nel Paese si tengono proteste non autorizzate contro i risultati del voto. Secondo i dati diffusi dal Ministero degli Affari Interni, nel corso delle manifestazione la polizia ha operato 6700 arresti, centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui circa 120 funzionari di sicurezza, e tre manifestanti sono deceduti.

Nella giornata di martedì la Bielorussia ha comunicato di aver messo in stato di pronto intervento le truppe sul confine occidentale.

Oggi la candidata d'opposizione bielorussa, Svetlana Tikhanovskaya, si è rivolta con un messaggio al Consiglio d'Europa chiedendo di invalidare il risultato delle elezioni del 9 agosto, mentre uno dei membri della Commissione europea, Thierry Breton, ha annunciato il rafforzamento delle sanzioni nei confronti della Bielorussia.

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook