03:24 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
271
Seguici su

Il sindaco di Pascamayo si va aggiungere ad altri due suoi colleghi, che nei giorni scorsi avevano già fatto pervenire delle richieste relative al vaccino Sputnik V di produzione russa.

Cesar Milla Manay, sindaco della città peruviana di Pascamayo, ha inviato una richiesta ufficiale all'ambasciata russa nel Paese per ottenere il vaccino anti-Covid russo "Sputnik V".

Lo riporta il portale peruviano Exitosa Noticias, che in precedenza aveva dato notizia di richieste analoghe da parte del sindaco di Moche e il governatore della regione di Arequipa.

Manay ha quindi fatto notare come la Russia sia diventato il primo paese al mondo a sviluppare un vaccino efficace contro il Covid-19, in attesa dell'accreditazione ufficiale da parte delle organizzazioni internazionali.

Il funzionario ha quindi sottolineato come per la Russia un tale risultato sia stato possibile grazie al lavoro di "ottimi ricercatori e scienziati".

"Ci sono molti paesi che vorrebbero acquistare il vaccino, e io mi unirò a loro", ha concluso il sindaco di Pascamayo.

Il vaccino russo "Sputnik V"

La scorsa settimana la Russia ha registrato il primo vaccino al mondo contro COVID-19, come annunciato dal presidente Vladimir Putin durante una riunione del governo. Dopo il suo annuncio, Putin ha osservato che lo Sputnik V ha dimostrato la sua efficacia dopo diversi test durante i quali i volontari sono riusciti a sviluppare una "immunità stabile".

Il vaccino russo al Covid
© Sputnik
Il vaccino russo al Covid

Il capo di stato russo ha anche rivelato che una delle sue figlie aveva già provato il vaccino e "si sente bene" ora dopo due iniezioni, che le hanno dotato di un livello "alto" di anticorpi.

Secondo le informazioni del registro statale dei medicinali, il farmaco è una soluzione per iniezione intramuscolare. Si prevede che si effettuerà la vaccinazione in due fasi, con tre settimane di distanza tra l'una e l'altra.

Secondo il Ministero della Salute, un doppio schema d'iniezione consente la formazione di un'immunità a lungo termine fino a due anni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook