11:40 19 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
3124
Seguici su

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale il presidente il carica Alexander Lukashenko ha totalizzato l'80,1%.

La Commissione europea è pronta a rafforzare le misure restrittive nei confronti della Bielorussia in seguito agli eventi che hanno caratterizzato il Paese nell'ultima settimana e mezza.

A riferirlo quest'oggi il commissario europeo per il mercato interno e i servizi della Commissione von der Leyen, il francese Thierry Breton:

"E' chiaro che (il risultato delle elezioni presidenziali in Bielorussia, ndr) non sia in linea con il volere della gente, c'e stato un livello di violenza inaccettabile, e la legge non è stata rispettata. Delle sanzioni sono già state adottate e saranno senza dubbio rinforzate questo pomeriggio", sono state le sue parole alla radio Europe 1.

Nella mattinata odierna la candidata d'opposizione bielorussa, Svetlana Tikhanovskaya, si è rivolta con un messaggio al Consiglio d'Europa chiedendo di invalidare il risultato delle elezioni del 9 agosto.

La situazione in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale Alexander Lukashenko ha totalizzato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%.

Da più di una settimana nel Paese si tengono proteste non autorizzate contro i risultati del voto. Secondo i dati diffusi dal Ministero degli Affari Interni, nel corso delle manifestazione la polizia ha operato 6700 arresti, centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui circa 120 funzionari di sicurezza, e tre manifestanti sono deceduti.

Nella giornata di martedì la Bielorussia ha comunicato di aver messo in stato di pronto intervento le truppe sul confine occidentale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook