14:36 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 52
Seguici su

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato di non avere dati su casi di contagio da coronavirus tramite il cibo.

"Non ci sono prove che il cibo o le catene alimentari siano coinvolte nella trasmissione del coronavirus", ha affermato Michael Ryan, direttore del programma di emergenza sanitaria dell'OMS, in una conferenza stampa.

Nella scorsa settimana in Cina il virus è stato rilevato in un lotto di ali di pollo importate dal Brasile, ma non si è registrato nessun caso di contagio tra coloro che le hanno mangiate o loro parenti.

Inoltre, nella provincia Anhui, nella Cina orientale, il coronavirus è stato trovato in un lotto di gamberetti, importato dall'Ecuador.

Maria Van Kerkhove, epidemiologo e capo del team tecnico per la divisione di emergenza dell'OMS, ha affermato che le autorità cinesi hanno studiato con particolare attenzione la possibilità di contrarre il coronavirus attraverso il cibo. L'esperta sottilinea che sono state controllate diverse centinaia di migliaia di confezioni ma il virus è stato rilevato in meno di dieci confezioni.

Van Kerkhove ha aggiunto che il virus non sopravvive al trattamento termico.

Secondo l'OMS, il numero di casi di infezione da coronavirus nel mondo ha superato i 21,7 milioni, i decessi sono ad oggi oltre 770 mila.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook