00:55 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 292
Seguici su

La Russia ha ribadito la propria intransigenza nei confronti di eventuali ingerenze esterne negli affari della Repubblica di Bielorussia.

Il presidente russo Vladimir Putin, nel corso di un colloquio con il suo omologo francese Emmanuel Macron, ha sottolineato ancora una volta l'inaccettabilità di ingerenze esterne negli affari della Repubblica di Bielorussia e di pressioni nei confronti delle autorità di Minsk.

Lo si apprende da una nota, pubblicata sul sito ufficiale del Cremlino, nella quale viene riferito che la telefonata ha avuto luogo su iniziativa di Parigi.

"Nel corso della discussione della spinosa situazione in Bielorussia Vladimir Putin ha sottolineato l'inaccettabilità di ingerenze esterne negli affari della Repubblica di Bielorussia e di pressioni nei confronti delle autorità bielorusse. Da ambo le parti è stata espressa la piena intenzione di arrivare ad una rapida risoluzione di tutte le problematiche", si legge nel comunicato ufficiale.

Nella mattinata odierna il presidente Putin aveva già intrattenuto una conversazione vertente sullo stato delle cose in Bielorussia con la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Le proteste in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale, il capo dello stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di una settimana nel Paese si tengono proteste non autorizzate contro i risultati del voto, ma sono state represse dalle forze di sicurezza. Gas lacrimogeni, cannoni ad acqua, granate assordanti e proiettili di gomma sono stati usati contro i manifestanti. Secondo il Ministero degli Affari Interni, centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui circa 120 funzionari di sicurezza, un manifestante è rimasto ucciso.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook