22:44 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
517
Seguici su

Il funzionario aveva criticato le violenze nei confronti dei manifestanti da parte delle forze dell'ordine.

L'ambasciatore bielorusso in Slovacchia, Igor Leschenya, ha annunciato di essersi dimesso dal proprio incarico dopo che nei giorni scorsi aveva espresso il proprio supporto nei confronti delle proteste in atto in questo giorni nel suo paese.

"Ho rassegnato le mie dimissioni. E' una scelta logica dal momento che ero stato nominato ambasciatore dall'attuale presidente al fine di perseguire un'agenda politica da lui determinata. Il ministro degli Esteri ritiene che il mio impegno civico, che ho espresso con le mie dichiarazioni, vada oltre", ha spiegato Leschenya al portale bielorusso tut.by.

Finora il Ministero degli Esteri di Minsk non ha ancora rilasciato alcun documento formale che vada a confermare le dimissioni di Leschenya.

Lo scorso week-end Leschenya aveva postato su YouTube un video nel quale si diceva shockato per la violenza della polizia nei confronti dei manifestanti e aveva espresso la propria solidarietà nei confronti di questi ultimi.

L'ormai ex ambasciatore aveva inoltre espresso la propria speranza circa il fatto che in futuro in Bielorussia possano essere prese in considerazione le posizioni di diverse forze politiche.

Le proteste in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo la Commissione elettorale centrale, il capo dello stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1%, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di una settimana nel Paese si tengono proteste non autorizzate contro i risultati del voto, ma sono state represse dalle forze di sicurezza. Gas lacrimogeni, cannoni ad acqua, granate assordanti e proiettili di gomma sono stati usati contro i manifestanti. Secondo il Ministero degli Affari Interni, centinaia di persone sono rimaste ferite durante i disordini, tra cui circa 120 funzionari di sicurezza, un manifestante è rimasto ucciso.

Nella giornata di ieri il capo dello stato bielorusso ha escluso la possibilità che le elezioni presidenziali possano essere ripetute.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook