12:59 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
428
Seguici su

I poteri degli agenti dell'MI6 sono stati a lungo in gran parte nascosti all'opinione pubblica britannica, affidandosi a film di spionaggio inventati per dare un'occhiata dietro le quinte dei servizi di intelligence di Sua Maestà.

La licenza di uccidere degli agenti dei servizi segreti britannici è stata rinnovata lunedì dopo una sospensione di quasi 60 anni, rivela un alto ministro del governo.

Il ministro della Difesa Annabel Goldie British, responsabile del controllo degli armamenti, ha risposto a una domanda riguardante l'eliminazione di presunte minacce “localizzate in Stati non belligeranti”.

"Il governo può attingere a una vasta gamma di strumenti tra cui, in extremis, l'uso della forza letale dove non ci sono altre opzioni efficaci", ha detto la baronessa Goldie.

A differenza dei film di fantasia di James Bond, gli agenti dell'MI6 possono utilizzare il loro diritto di uccidere solo ai sensi della Sezione 7 dell'Intelligence Services Act del 1994.

Devono ricevere la "clausola d'autorizzazione 7" dal ministro degli esteri Dominic Raab prima di poter assassinare un bersaglio.

Nel 2012, l'ex agente dell'MI6 Matthew Dunn ha dichiarato in un'intervista a Fox News che le forze dell'intelligence non necessitano una licenza per uccidere poiché il compito principale di una spia è violare le leggi in altri Paesi.

Tuttavia, la licenza li protegge dall'accusa di omicidio al ritorno in patria.

Più strano che nei film

In una lettera del 2013 alla London Review of Books, un lord laburista David Lea ha affermato che la baronessa Park di Monmouth ha ammesso prima della sua morte nel marzo 2010 di aver organizzato l'assassinio del primo ministro congolese Patrice Lumumba nel 1961.

Daphne Park, conosciuta anche come la "regina delle spie" dopo 40 anni come una delle principali agenti dell'intelligence britannica, fece la scioccante rivelazione mentre prendeva il tè con Lord Lea.

"Ho menzionato il clamore che circonda il rapimento e l'omicidio di Lumumba", ha scritto "e ho ricordato la teoria secondo cui l'MI6 potrebbe aver avuto qualcosa a che fare con questo." Lo abbiamo fatto ", ha risposto,"l'ho organizzato io".

Si dice che la Park sia stata inviata nel Congo belga nel 1959 dall'MI6 nelle vesti di diplomatico ufficiale proprio mentre i coloni belgi venivano espulsi dal Paese.

Il MI6 era preoccupato che con la rivoluzione nazionalista, guidata da Lumumba, il Paese sarebbe diventato un alleato dell'Unione Sovietica.

Il rivoluzionario congolese fu fucilato nel 1961 in seguito a un colpo di stato, con il sostegno delle ex autorità belghe. Il presidente Dwight Eisenhower in precedenza aveva detto che voleva che Lumumba fosse "eliminato".

Gli Stati Uniti avrebbero successivamente fornito supporto militare alla dittatura dello Zaire sotto Mobutu Sese Seko.

Correlati:

Ex capo MI6 offerte buone ragioni a Boris Johnson per bloccare 5G Huawei nel Regno Unito
Ex capo MI6: non bisogna escludere il Laboratorio di Wuhan come origine del COVID-19
Ex capo MI6: COVID-19 iniziato come "incidente" presso il laboratorio di Wuhan
Tags:
MI6
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook