00:29 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
102
Seguici su

Il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas e il suo omologo francese, Emmanuel Macron, hanno tenuto colloqui telefonici per discutere dell'accordo negoziato dagli Stati Uniti e firmato dagli Emirati Arabi Uniti (EAU) e Israele per normalizzare le loro relazioni, ha riferito domenica l'agenzia di stampa statale palestinese WAFA.

L'accordo bilaterale è stato annunciato giovedì e nelle prossime tre settimane dovrebbe seguirne un altro sull'insediamento delle reciproche ambasciate. Come parte dell'accordo con gli Emirati Arabi Uniti, Israele ha assicurato che avrebbe interrotto i suoi piani di annettere formalmente parti della Cisgiordania rivendicate dai palestinesi, sebbene non del tutto demolite. Abbas ha denunciato l'accordo, dicendo che per la Palestina si tratta di un atto di aggressione contro il suo popolo.

Secondo l'agenzia di stampa, Macron ha espresso il sostegno della Francia all'accordo poiché contribuirà al processo di pace nella regione. Il leader francese ha anche sottolineato la necessità di raggiungere una soluzione politica in conformità con l'accordo dei due stati e il diritto internazionale e ha ribadito che Parigi ha respinto i piani di annessione di Israele.

Il leader palestinese, a sua volta, ha ringraziato Macron per il sostegno del suo paese. Commentando l'accordo, Abbas ha spiegato i motivi per rifiutarlo.

"Per quanto riguarda l'accordo tripartito, il presidente Abbas ha spiegato al presidente francese le ragioni del rifiuto, sottolineando che né gli Emirati né nessun altro Paese ha il diritto di parlare a nome del popolo palestinese, aggiungendo che nel caso in cui qualsiasi altro Paese arabo facesse un passo simile prenderemmo la stessa posizione che abbiamo preso nei confronti degli Emirati e non accetteremo che la causa palestinese venga usata come scusa per la normalizzazione delle relazioni o per qualsiasi altra ragione", ha detto l'agenzia di stampa statale.

Nel corso della giornata, Macron ha espresso la sua determinazione a lavorare per raggiungere la pace in Medio Oriente.

"Ho parlato con il presidente dell'Autorità Palestinese, Mahmoud Abbas. Gli ho parlato del mio impegno per lavorare per la pace in Medio Oriente. La ripresa dei negoziati per raggiungere una soluzione giusta e coerente con il diritto internazionale rimane una priorità", ha scritto il presidente francese su Twitter.

​Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva promesso di lanciare un'annessione su larga scala dei territori palestinesi dove si trovano gli insediamenti israeliani in Cisgiordania all'inizio di luglio, ma il piano, che è in linea con l'accordo di pace del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per il Medio Oriente, è stato infine rinviato. Il progetto di Netanyahu è stato condannato dai membri delle Nazioni Unite e dell'Unione Europea.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook