11:03 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
4323
Seguici su

Duro il presidente del parlamento europeo, che chiede il rilascio degli arrestati a Minsk. Intanto gli ambasciatori dei paesi UE depongono fiori sul luogo del decesso del giovane manifestante lunedì sera.

Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha manifestato la sua preoccupazione per le violenze esplose in Bielorussia, in seguito alla rielezione del presidente Aleksandr Lukashenko.

“I bielorussi hanno il diritto di protestare ed esprimere la loro rabbia contro i risultati contestati delle elezioni e il processo elettorale poco trasparente, che non ha rispettato gli standard internazionali minimi”, ha detto Sassoli.

Sassoli ha chiesto il rilascio dei manifestanti arrestati, invocando sanzioni e azioni mirate.

“Chiedo al presidente Aleksandr Lukashenko di porre fine alla repressione e di astenersi da ulteriori violenze. L'uso della forza brutale da parte delle forze dell'ordine contro il proprio popolo con conseguenti morti e feriti dovrebbe avere conseguenze secondo il diritto internazionale, comprese sanzioni mirate. Chiedo a Lukashenko di rilasciare immediatamente coloro che sono stati arrestati e di porre fine alle violenze nel paese”, ha concluso il presidente dell’Europarlamento.

Le sanzioni potrebbero essere discusse durante una riunione di emergenza dei ministri degli esteri dell'UE venerdì, secondo le fonti riportate dall'agenzia Reuters, e i provvedimenti potrebbero essere adottati immediatamente, già da questo mese.

Intanto gli ambasciatori dell'Unione Europea a Minsk si sono riuniti e hanno deposto dei fiori sul luogo dove lunedì sera è morto un manifestante, in seguito all'esplosione di un ordigno rudimentale. 

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
Tags:
David Sassoli, Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook