11:02 19 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
4015
Seguici su

In precedenza, Mike Pompeo ha detto che gli Usa stanno considerando dei provvedimenti da applicare in maniera multilaterale assieme ai partner europei.

L'Unione Europea sta valutando di imporre nuove sanzioni alla Bielorussia. Lo riferisce Reuters, citando diplomatici e funzionari europei. I provvedimenti potrebbero essere adottati immediatamente, già da questo mese. , dopo che il presidente forte Alexander Lukashenko ha represso le proteste innescate da un voto contestato.

Le sanzioni potrebbero essere discusse durante una riunione di emergenza dei ministri degli esteri dell'UE venerdì. Alcuni Paesi, come Germania, Lituania, Lettonia e Svezia si sono espresse pubblicamente a favore delle sanzioni. Tra i falchi ci sarebbero anche Austria e Polonia. 

L'Ungheria, invece, potrebbe essere un ostacolo qualora la decisione richiedesse l'unanimità di tutti i 27 membri. 

Alcuni Stati europei sono intervenuti per chiedere la fine delle violenze della polizia sui manifestanti, che sono scesi in strada per protestare contro l'elezione di Aleksander Lukashenko. I Paesi del Triangolo di Lublino, Polonia, Lituania e Ucraina, in una dichiarazione congiunta si sono detti preoccupati per l'escalation della situazione in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali e hanno chiesto alle autorità di astenersi dall'uso della forza e il rilascio dei detenuti.

Possibili sanzioni Usa

Parlando sulla possibilità di imporre sanzioni o bloccare le spedizioni di petrolio in Bielorussia, Pompeo ha detto che Washington prenderà in esame entrambi i provvedimenti che verranno determinati in maniera multilaterale. 

"Oh, sono sicuro che esamineremo ognuna di queste cose, e la cosa importante da notare sono i criteri. Che cos'è che crediamo di poter fare, non solo gli Stati Uniti unilateralmente, ma in modo multilaterale per ottenere buoni risultati per il popolo bielorusso, che si tratti di sanzioni o di decisioni sulle consegne di prodotti? Queste sono tutte cose che devono ancora essere determinate. Siamo ancora abbastanza freschi da queste elezioni e dobbiamo vedere come andranno le cose qui nel prossimo futuro", ha spiegato il segretario di Stato. 

Gli USA sono delusi dal modo in cui sono state condotte le elezioni, "né libere né giuste" ha rimarcato Pompeo,  e delle violenze che sono esplose dopo il risultato elettorale. I provvedimenti da attuare nei confronti  della Bielorussia verranno decisi con i partner europei.  

Le proteste in Bielorussia

Le proteste di massa che si sono trasformate in rivolte sono iniziate in tutta la Bielorussia la sera del 9 agosto dopo che i risultati ufficiali delle elezioni presidenziali hanno mostrato che il presidente in carica, Alexander Lukashenko, ha vinto una schiacciante vittoria con oltre l'80% dei voti.

Secondo i risultati pubblicati dalla Commissione elettorale centrale, la leader dell'opposizione Svetlana Tikhanovskaya è arrivata seconda con il 10,09%. Ha rifiutato di riconoscere i risultati ufficiali e ha affermato che i dati di ogni regione della Bielorussia la porterebbero al 70-80%.

Circa 5.000 persone sono state arrestate durante le manifestazioni. Secondo il ministero dell'Interno, un uomo è morto mentre tentava di lanciare un ordigno esplosivo non identificato contro le forze dell'ordine.

Tags:
Sanzioni, UE, Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook