19:09 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (97)
252
Seguici su

Il Fondo Russo di Investimenti Diretti (RDIF) e lo stato brasiliano del Paranà hanno sottoscritto una collaborazione per la produzione e distribuzione del primo vaccino contro il coronavirus registrato al mondo, lo Sputnik V, ha affermato RDIF in una nota.

Alla cerimonia online di firma dell’accordo hanno partecipato l'amministratore delegato di RDIF Kirill Dmitriev e il governatore del Paraná Ratinho Junior.

"Nell'ambito dell'accordo di cooperazione strategica firmato, RDIF, insieme alle aziende farmaceutiche nello stato del Paraná, organizzerà la produzione del vaccino Sputnik V e la sua distribuzione in Brasile e in altri paesi dell'America Latina. RDIF e l’Istituto nazionale di ricerca di epidemiologia e microbiologia Gamaleya sono pronti a fornire nel prossimo futuro i risultati delle sperimentazioni cliniche del vaccino e protocolli tecnologici per la sua produzione all'Istituto di tecnologia del Paraná (Tecpar)", afferma RDIF in una nota.

Lo scorso 11 agosto il ministero della Salute russo ha registrato il primo al mondo vaccino contro il coronavirus, denominato Sputnik V, sviluppato dall’Istituto di ricerca Gamaleya. RDIF e i partner hanno investito 4 miliardi di rubli (46.550.000 euro) nella produzione di un vaccino contro il coronavirus in Russia.

"I Paesi del Sud America ora stanno attraversando una situazione difficile a causa della diffusione del coronavirus. Abbiamo notato un grande interesse da parte dei partner brasiliani per l'esperienza russa nella lotta al coronavirus, anche in relazione al primo vaccino contro il coronavirus registrato al mondo. Il Brasile è uno dei cinque paesi chiave pronti a provvedere la produzione del vaccino russo Sputnik V. Siamo fiduciosi nell'alta sicurezza ed efficacia del vaccino Sputnik V e non vediamo l’ora che arrivi l'approvazione tempestiva del vaccino da parte delle autorità brasiliane", ha detto Dmitriev.

In un giorno contatti da 188 paesi

Il sito internet www.sputnikvaccine.com, nelle sue prime 24 ore di funzionamento, ha registrato accessi da 188 paesi: tra le richieste ricevute dal sito, ci sono sia proposte di produzione e distribuzione congiunta del vaccino, sia domande per diventare volontari nelle sperimentazioni.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (97)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook