04:58 26 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
340
Seguici su

Il presidente Trump ha detto anche che nel caso in cui perdesse le elezioni, la Cina supererebbe gli Stati Uniti e diventerebbe la prima potenza al mondo.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si è scagliato contro il suo avversario Joe Biden, ex vicepresidente di Barak Obama e candidato in pectore del partito democratico. Il POTUS ha dichiarato, durante la trasmissione radiofonica condotta da Hugh Hewitt, che se Biden dovesse vincere le prossime elezioni presidenziali del 3 novembre, la Cina sorpasserebbe gli Stati Uniti d'America e diventerebbe la prima potenza mondiale.

 "La Cina diventerà padrona degli Stati Uniti se queste elezioni saranno perse da Donald Trump. Se non vinco le elezioni, la Cina sarà proprietaria degli Stati Uniti", ha avvertito parlando di sé in terza persona. Se vincerà Biden "dovremo imparare a parlare cinese", ha detto poi Trump a Hewitt.

Il presidente ha inoltre sottolineato che sotto la sua amministrazione sono stati raccolti "miliardi e miliardi di dollari" in dazi alle esportazioni cinesi. Queste entrate sono servite e sostenere la produzione agricola statunitense.

Trump ha poi puntato il dito contro la Cina colpevole, a suo dire, di aver provocato l'epidemia del nuovo coronavirus. Le relazioni con Xi Jinping si sono deteriorate dopo l'esplosione del virus e la sua diffusione in tutto il mondo.

Tags:
Cina, Joe Biden, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook