05:42 26 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
125
Seguici su

Il creatore dell'antivirus per il computer John McAfee ha raccontato, attraverso il proprio account Twitter, l'avventura che ha vissuto in Norvegia, dove è stato arrestato e trattenuto per 14 ore dalle autorità per aver indossato un tanga come mascherina.

John McAfee, milionario 74enne conosciuto al mondo per essere il padre del primo antivirus per il computer, è stato arrestato e trattenuto in Norvegia dalla polizia perché, al momento dell'atterraggio col proprio jet privato McAfee ha indossato come mascherina "alternativa" un tanga.

L'uomo ha raccontato la propria disavventura attraverso un tweet.

"Sono stato arrestato. Perché Ho visitato la Catalogna poco prima che l'Europa vietasse ai catalani di viaggiare. Ho cercato di tornare in Germania e mi è stato rifiutato l'ingresso. Mi hanno chiesto di indossare la mascherina. Ho indossato come tale un tanga. Mi hanno chiesto di sostituirlo. Ho rifiutato. Sono finito in prigione e mi hanno rilasciato" afferma lo stesso McAfee.

​Secondo le ricostruzioni quando le autorità hanno chiesto all'uomo di rimuovere la bizzarra protezione dal volto, lo stesso avrebbe risposto: "Insisto, è la protezione più sicura che ho a disposizione e mi rifiuto di indossare qualsiasi altra cosa per il bene della mia salute". Gli agenti hanno poi provveduto a mettere in stato di fermo McAfee per 14 ore.

John McAfee, nato in una base militare Usa in Gran Bretagna da padre americano e madre inglese, aveva realizzato nel 1986 il celebre antivirus omonimo. Nel 1992, la sua azienda valeva 80 milioni di dollari in Borsa. La curiosa disavventura arriva in un periodo nel quale l'uomo starebbe pensando di provare nuovamente a candidarsi alle primarie per il partito Libertario e per ottenere una nomination per le presidenziali Usa di novembre.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook